menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da questo pomeriggio il Puppo B di via Anguissola tornerà ad animarsi. Niente partite, solo allenamenti con il distanziamento obbligatorio

Da questo pomeriggio il Puppo B di via Anguissola tornerà ad animarsi. Niente partite, solo allenamenti con il distanziamento obbligatorio

Finalmente si riparte: la Spes Borgotrebbia è la prima società di calcio a tornare in campo

Da lunedì 8 giugno riapre il Puppo B per i tesserati gialloblù. Il responsabile del settore giovanile Francesco Sartori: «Vogliamo dare un servizio ai nostri ragazzi. Il 90 per cento delle famiglie ha aderito»

Il gioco di squadra di cui parla Sartori è confermato anche dall’intervento di tecnici esterni alla Spes Borgotrebbia, che saranno presenti sul campo per dare una mano ai calciatori, divisi in gruppi secondo quanto previsto dal protocollo della Figc. I Pulcini, che inaugureranno il nuovo progetto lunedì dalle 15, avranno come guida De Biasi, Montecchi, Stojkov, Sartori, Mamadou e Darou, la Scuola Calcio potrà contare su Franco, Sartori e Jakimovski, gli Esordienti 2008 su Pancini e Montecchi, i 2007 scenderanno in campo con Pattarini, Barbieri e Garilli, responsabile del Centro Federale Territoriale di Piacenza, i Giovanissimi 2006 Marzolini (responsabile del Cft nella scorsa stagione), Gabba e Scotti, i 2005 Brancaccio, Razzini e Sassi, gli Allievi 2004 si alleneranno con Andenna, Gabba e Lombardelli, mentre Juniores e Allievi 2003  vedranno la presenza di Manfredi, Ferriani, Leccacorvi, Alberici e Vitaliano, mentre Tondo e Pignacca sono i preparatori dei portieri e Rantier aiuterà i vari gruppi nella giornata di giovedì.

«Oltre a loro – prosegue Sartori – devo davvero ringraziare tutti i nostri dirigenti e le persone che si sono fatte avanti per fornire un contributo indispensabile. Citarli tutte è impossibile, fatemi ricordare solo il nome di Franco Graniti perché è un infermiere che ha contribuito in maniera importante anche a gestire l’aspetto della sicurezza medica, ma davvero abbiamo riscontrato un entusiasmo incredibile per consentire la ripresa».

Per la prima settimana il programma è già definito, ma l’obiettivo è quello di proseguire gli allenamenti fino alla fine di giugno. «I ragazzi e le famiglie ce lo stanno chiedendo, faremo di tutto per accontentarli; come Spes Borgotrebbia, grazie alla volontà e all’intraprendenza del presidente Russo, da sempre cerchiamo di dare l’esempio rispondendo alle esigenze dei più giovani nel modo migliore possibile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento