Calcio giovanile

Improbabile il blocco delle categorie calcistiche per il prossimo anno, si lavora alla prosecuzione dell'attività fino al 31 luglio

Congelamento delle annate per Eccellenza e Promozione e ripresa dell'attività dalle prossime settimane al centro della riunione di Alberici, presidente della Figc Emilia-Romagna, con le società locali. «Molto difficile la ripresa dei campionati agonistici»

Simone Alberici, presidente della Figc Emilia-Romagna

Difficile il blocco delle categorie, molto più probabile per il prossimo anno l’inserimento di una Under 18 "cuscinetto" riservata ai 2004, “congelamento” delle annate obbligatorie per Eccellenza e Promozione e possibile (anche se per il momento poco probabile) prolungamento della stagione sportiva fino al 31 luglio. Sono le ipotesi illustrate da Simone Alberici, presidente della Figc Emilia-Romagna, nel corso della riunione a cui hanno preso parte 105 società di Piacenza e Parma impegnate nel settore giovanile. Ma prima di parlare della prossima stagione, per la quale al momento non esistono certezze ma solamente ipotesi di lavoro, il numero uno regionale ha illustrato quelle che potrebbero essere le novità a brevissimo termine e la ripresa dell'attività nel mese di maggio.

«Non ci sono ancora comunicazioni ufficiali che aspettiamo dal Dipartimento per lo sport, dunque invito tutti ad attendere ancora qualche giorno per avere le indicazioni e soprattutto l’ufficializzazione del nuovo protocollo della Federazione, che è già pronto. Ma vedo difficile per una questione temporale la ripresa dei campionati agonistici, dai Giovanissimi in su, per cui probabilmente dovremo limitarci a test match ed eventuali tornei. Per quanto riguarda l’attività di base invece potremmo provare a proporre qualcosa in più». Anche perché per Esordienti e Pulcini non esistono classifiche ufficiali.

Da qualche giorno circola con insistenza la data dell’8 maggio come giorno per la ripresa delle attività, ma nel corso della riunione Alberici non si è esposto più di tanto. «Se ne sta parlando a livello centrale, stiamo attendo il via libera e subito dopo verrà pubblicato il protocollo da seguire. Credo che nei primi giorni della prossima settimana sarà tutto più chiaro».

Già autorizzati invece i test match “interni”, fra formazioni di annate diverse ma della stessa società. Ovviamente tutte le attività vanno svolte senza l’utilizzo degli spogliatoi e a porte chiuse. «Dal primo giugno si potranno aprire gli impianti con una capienza fino al 25 per cento, ma per ora questa possibilità e consentita solo alle “manifestazioni di interesse nazionale”. E bisognerà fare chiarezza anche su questo aspetto, capire quali gare rientreranno nella categoria che permetterà l’ingresso del pubblico». Ovviamente tutta l’attività di contatto è consentita solamente in zona gialla. Se la nostra regione dovesse tornare in arancione saranno consentiti solamente gli allenamenti individuali, nel malaugurato caso in cui rientrassimo in zona rossa sarebbe tutto nuovamente sospeso.

«Vi chiedo una cosa – è stato l’appello di Alberici alle società – abbiamo lottato tantissimo per far ripartire l’attività, continuiamo a usare il senso di responsabilità mostrato fino a oggi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Improbabile il blocco delle categorie calcistiche per il prossimo anno, si lavora alla prosecuzione dell'attività fino al 31 luglio

SportPiacenza è in caricamento