rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio giovanile

Dopo due anni di stop ripartono le Rappresentative. Gardella: «A gennaio via anche a quelle provinciali»

Le Selezioni regionali sono già tornate in campo con le prime convocazioni, per quelle locali l'obiettivo è riprendere dopo le feste, ovviamente se le condizioni sanitarie lo consentiranno

Dopo quasi due anni di stop tornano in campo le Rappresentative. Quelle regionali hanno iniziato a lavorare nelle scorse settimane, con le prime sedute che porteranno alla definizione delle squadre chiamate agli impegni in calendario la prossima primavera. Obiettivo principale il Torneo delle Regioni che vedrà impegnate le Rappresentative giovanili e quelle femminili. Le ultime convocazioni risalivano al febbraio del 2020, prima che lo sport, ma più in generale tutto il mondo, venisse travolto dall’onda Covid.

Via libera dunque alle Rappresentative dell’Emilia-Romagna, mentre per quelle provinciali bisognerà attendere ancora qualche settimana e sicuramente si andrà oltre le feste natalizie. «Abbiamo avuto un primo incontro – spiega Angelo Gardella, Delegato provinciale della Figc – con i rappresentanti delle altre province, a cui hanno preso parte anche il Presidente regionale Simone Alberici e Franco Fancelli che ha la delega all’attività giovanile: l’obiettivo è quello di ripartire con le prime convocazioni nel mese di gennaio, dunque praticamente a due anni dagli ultimi allenamenti. Ovviamente, ma è scontato dirlo, questa è la nostra intenzione, ma molto dipenderà dalle condizioni sanitarie in cui si troverà il nostro Paese».

Da definire lo staff tecnico: per i Giovanissimi si fa largo l’ipotesi che gli allenatori possano essere i responsabili dei Centri Federali Territoriali, che già lavorano con la fascia di età interessata. Ma è una delle possibilità di cui si discute e sul tavolo ci sono anche altre opzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo due anni di stop ripartono le Rappresentative. Gardella: «A gennaio via anche a quelle provinciali»

SportPiacenza è in caricamento