Sabato, 16 Ottobre 2021
Calcio giovanile

Nicolò Fagioli con l'Italia Under 20 per uno stage a Tirrenia

Il tecnico Bollini ha convocato 30 giocatori per un raduno in programma dal 30 agosto al 5 settembre

L’allenatore della Nazionale Under 20 Alberto Bollini ha convocato 30 giocatori per un raduno che si terrà al Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia da domenica 30 agosto sino a sabato 5 settembre. Nel gruppo anche il piacentino Nicolò Fagioli, centrocampista in forza alla Juventus che attualmente sta svolgendo la preparazione con la prima squadra agli ordini di Andrea Pirlo e a fianco di Cristiano Ronaldo.

Non avendo ancora esaurito il percorso dell’Europeo Under 19 che per l’emergenza determinata dal Covid-19 si è fermato alla prima fase di qualificazione (superata brillantemente dagli Azzurrini), i ragazzi di Bollini, in particolare quelli nati nel 2001, si apprestano ad affrontare la fase èlite della rassegna continentale di categoria. Salvo l’insorgere di nuove emergenze, questa seconda fase, che vede la squadra azzurra opposta ai pari età dell’Islanda, Slovenia e Norvegia, si dovrebbe svolgere ad ottobre e solo la prima del girone avrebbe accesso alle fasi finali dell’Europeo (in programma in Irlanda del Nord e suddiviso in due fasi: quella a gironi a novembre; la fase finale a marzo 2021). In Irlanda gli azzurrini dovrebbero poi arrivare tra le prime 5 per ottenere la qualificazione ai Mondiali Under 20, che dal 20 maggio al 12 giugno 2021 sono programmati in Indonesia.

Dei 30 giocatori convocati, 22 sono nati nel 2001 e 8 nel 2002. Tra le novità sono da annoverare il difensore bresciano Andrea Papetti, alla sua prima convocazione in azzurro, e l’atalantino Gaetano Oristanio, per la prima volta in questa Nazionale ma già protagonista del Mondiale Under 17 disputato lo scorso anno in Brasile.

Il tecnico azzurro non nasconde il suo entusiasmo per la ripresa dell’attività: «Sono molto contento di ricominciare - dichiara Bollini - . E’ passato molto tempo, in particolare per chi come me è abituato all’attività di campo. In questo periodo i contatti con lo staff e con i ragazzi non si sono mai interrotti grazie all’ausilio di internet. Questo raduno – continua l’allenatore – è molto importante per cominciare a valutare le condizioni fisico-mentali e le capacità di gioco individuali e collettive: alcuni ragazzi sono fermi da circa 7 mesi e, data l’importanza dell’appuntamento con l’Europeo, sarà importante recuperare condizione ed affiatamento. Le tre Nazionali che affronteremo nell’èlite round non hanno smesso di giocare – conclude Bollini – e a settembre, quando sarà tempo delle convocazioni finali, sarà fondamentale che i ragazzi abbiano recuperato un minutaggio di gioco che permetta loro di affrontare alla pari avversari agguerriti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nicolò Fagioli con l'Italia Under 20 per uno stage a Tirrenia

SportPiacenza è in caricamento