Questo sito contribuisce all'audience di

Nicolò Fagioli si colora d'azzurro in Olanda per l'Europeo Under 17

Il piacentino, insieme al capo delegazione Gianfranco Serioli, cerca la qualificazione alla fase finale. Prima gara mercoledì 7

Atterrata ieri all’aeroporto di Schipol ad Amsterdam la Nazionale Under 17 con il piacentino Nicolò Fagioli fra i protagonisti e Gianfranco Serioli come capo delegazione. Gli azzurrini hanno raggiunto nel pomeriggio Schijndel, una cittadina 150 km a sud della capitale olandese, sede di svolgimento della seconda fase di qualificazione all’Europeo di categoria. Sarà lo stadio ‘Sportpark Zuideinderpark’ ad ospitare le tre partite che l’Italia dovrà disputare nell’ordine contro la Turchia, i padroni di casa dell’Olanda e l’Islanda.

Questa mattina la prima seduta di allenamento accompagnata da un bel sole e una temperatura ideale per la partitella su campo ridotto e il tempo dedicato all’attività di stretching e rifinitura tattica sotto la guida del tecnico Carmine Nunziata e sotto gli occhi del coordinatore delle Nazionali giovanili, Maurizio Viscidi. Venti i ragazzi impegnati in questa qualificazione, tutti del 2001 fatta eccezione per l’attaccante del Milan Lorenzo Colombo, nato nel 2002. Cospicua la presenza del vivaio atalantino, che con 4 giocatori convocati offre il maggior contributo a questa Nazionale giovanile. Altra particolarità, figlia dei nostri tempi, è data dal quartetto formato da Paolo Gozzi Iweru, Michael N’Tube, Manu Gyabuaa e Jean Freddi, tutti italiani di seconda generazione, giocatori interamente formati nelle scuole calcio della penisola; ragazzi che sicuramente daranno il loro contributo per il superamento di questa qualificazione alla fase finale dell’Europeo.

Un girone non semplice da superare per le insidie che nasconde: «Siamo giunti al sorteggio come testa di serie – avverte Maurizio Viscidi – dopo aver superato la prima fase di qualificazione con tre vittorie. Ma l’urna non ci è stata favorevole, opponendoci squadre come la Turchia e l’Olanda che possono crearci grossi problemi. Siamo contenti per due motivi: quello legato alla crescita tecnico-tattica dei ragazzi come prima conseguenza della difficoltà di questo impegno e perché avremo la possibilità di constatare il nostro reale valore sul campo che confidiamo ci possa condurre agli Europei in Inghilterra. Dovremo stare molto attenti al primo match contro i turchi, che mediamente sono giocatori più maturi fisicamente e smaliziati dei nostri».  Nella fase élite sono otto i gironi in lizza per l’Europeo che si svolgerà dal 4 al 20 maggio in Inghilterra. L'Italia fa parte del gruppo 5 e si qualificano le vincitrici e le sette migliori seconde classificate.

Contro la Turchia l’Italia farà il suo esordio mercoledì 7 marzo alle 19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Un bel Piacenza strappa un punto prezioso sul campo del Como. Intensità e aggressività, ma l'attacco rimane a secco

Torna su
SportPiacenza è in caricamento