menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Galli, responsabile Academy Fiorenzuola

Luigi Galli, responsabile Academy Fiorenzuola

I Giovanissimi e quegli assurdi 24-0. Luigi Galli (Fiorenzuola): «Campionati avvilenti»

Nel Girone C dei Giovanissimi Provinciali segnati 93 gol in una sola giornata. Il responsabile dell'Academy rossonera: «Sono cinque anni che mi sto battendo contro questi tornei perché non è di nessuna utilità. I ragazzi in questo modo non crescono»

Novantatré gol. E’ il numero di reti segnate in un solo turno di campionato lo scorso weekend: Girone C, categoria Giovanissimi Provinciali. Arriviamo subito al dunque: è chiaro che in questo girone, ma come in molti altri nel recente passato, ci sia una notevole discrepanza di valori tra le squadre in campo e non è un bene né per chi perde né per chi vince. Due esempi: in questo raggruppamento spiccano soprattutto due risultati, Fiorenzuola-Alseno 24-0 e San Lazzaro-Cadeo B 20-0.

Il problema è presto detto, con la composizione dei Regionali che partono da gennaio i campionati provinciali hanno principalmente lo scopo di qualificare le piacentine (due per ognuno dei tre gironi) alla fase emiliano-romagnola, a discapito però delle formazioni nettamente più deboli che si vedono inondate di reti a ogni singola gara. E sì perché oltre alle partite citate abbiamo anche Pontenurese-Caorso 14-2, San Rocco-Fulgor Fiorenzuola 16-0 e San Lorenzo-Drago 0-12.

Il problema è accresciuto anche dal fatto che le quattro o cinque squadre che si giocano l’accesso alla seconda fase regionale sono costrette a segnare il maggior numero di gol perché, a parità di punti, si qualificano quelle con la miglior differenza reti.

Risultato: chi segna 20 gol a partita è costretto comunque a limitarsi per non infierire eccessivamente (diversi tecnici ci hanno confermato che chiedono ai propri ragazzi di giocare a due o tre tocchi, o di segnare solamente su cross), non affronta partite che permettono una crescita e si presentano alla seconda fase, quando invece si fa sul serio, avendo disputato solo una manciata di gare davvero probanti.

Per chi perde è ancora peggio perché a questi ragazzi, dopo aver concluso un campionato con 100 reti subite (è successo spesso negli anni scorsi), magari viene anche voglia di smettere e in ogni caso è difficile migliorare quando si subisce una rete ogni 5 minuti contro un avversario che si auto limita per rendersi la vita un filo più complessa.

Abbiamo chiesto a Luigi Galli, responsabile tecnico dell’Academy Fiorenzuola, un parere su questi risultati e le sue parole sono amare - «così sono campionati moralmente avvilenti e tecnicamente svilenti» - è rassegnato - «ormai ci ho rinunciato, sono cinque anni che lo facciamo notare, ma la Federazione non vuole trovare una soluzione».

Novantatré gol e abbiamo preso una domenica a caso, ma già l’anno scorso o in quelli precedenti c’erano squadre che subivano oltre 100 reti in una decina di partite (leggi qui la classifica Giovanissimi Provinciali B 2016).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento