rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Calcio giovanile

Manfredini: «L'obiettivo dei Centri Federali? I calciatori del 2030. A Piacenza si sta lavorando bene». VIDEO

Il tecnico della Figc in visita a Podenzano. «Per crescere bisogna concentrarsi sull'intensità e sulla qualità dei singoli allenamenti»

Per quanto riguarda i calciatori su cosa puntate? A questa età si guarda maggiormente la tecnica rispetto al fisico?

«Più che su un aspetto in particolare ci concentriamo sull’intensità e sulla qualità del singolo allenamento. E poi sono necessari meno tempi morti, questi almeno sono i problemi che riscontriamo nelle scuole calcio attuali».

Hai detto che i Centri Federali sono nati quattro anni fa. Quando inizieranno a vedersi i primi risultati in termini di nazionali?

«L’obiettivo sono i giocatori del 2030, dunque c'è ancora un po’ di tempo a disposizione. Abbiamo guardato come si sono sviluppate le altre realtà rispetto a noi: Belgio, Germania e Francia sono partiti 15-20 anni fa e adesso le loro rappresentative hanno raggiunto ottimi livelli. Noi siamo in ritardo, anche se le nazionali azzurre stanno comunque garantendo riscontri importanti».

A Piacenza siamo all’inizio del secondo anno. Come sta andando, con uno staff che rispetto alla scorsa stagione è stato in gran parte modificato?

«Già aver mantenuto il Centro Federale sul territorio è un aspetto molto positivo e importante. Come nostra politica ogni due-tre annate cambiamo i responsabili, dunque un certo turn over è naturale. La struttura è bella, aperta, ci sono tutte le caratteristiche per poter lavorare alla grande. Puntiamo molto su Piacenza e le cose stanno andando bene».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manfredini: «L'obiettivo dei Centri Federali? I calciatori del 2030. A Piacenza si sta lavorando bene». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento