menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Berretti - Termina 2-2 la sfida tra Pro Piacenza e Piacenza: tanti gol ma anche molti errori

Rossoneri in vantaggio due volte ma sempre acciuffati dai biancorossi in una partita piacevole ma caratterizzata da numerosi errori

Davanti a un Siboni gremito di spettatori termina 2 a 2 il derby della Berretti tra Pro Piacenza e Piacenza, il derby “dei regali” perché tra errori di vario genere le due formazioni hanno decisamente rischiato di regalare i tre punti ai propri avversari. Tuttavia termina con un pareggio sostanzialmente giusto perché se da un lato il Piacenza di Bruni ha sviluppato una maggior manovra, è altrettanto corretto dire che la formazione di Campolonghi si è difesa con ordine, è sempre andata in vantaggio ma ha il demerito di aver letteralmente regalato due gol agli avversari, prima con un erroraccio di Di Maio in uscita e nella ripresa con un autogol scaturito da una punizione tutt’altro che pericolosa di Lamesta.

Si parte dopo un leggero ritardo - problema alla rete di una porta - col Piacenza, con Carollo a centrocampo, che prende in mano le operazioni del gioco cercando spesso le vie centrali: Lamesta di prima intenzione per Diallo, tenuto però sotto controllo dai centrali rossoneri. In 20’ tre azioni da segnalare: una punizione di Lamesta deviata dalla barriera che mette in difficoltà Di Maio, un’uscita scriteriata di Criscione che rischia di regalare il vantaggio ai rossoneri e infine un bello spunto personale di Lamesta che termina tra le braccia del portiere. Al 34’ il risultato si sblocca: corner dalla destra da cui D’Amuri centra il palo, palla che torna in area e Gerevini trova il guizzo vincente, 1-0. La rete fa salire di ritmo la squadra di Campolonghi mentre il Piacenza inizia a sbandare fino al 40’ quando i biancorossi accelerano nuovamente. Lamesta fa tutto da solo (41’) e la sua conclusione esce a fil di palo, a tempo praticamente scaduto Di Maio fa la frittata: sull’uscita molla improvvisamente il pallone e Diallo, nei paraggi, non si fa pregare due volte per insaccare il pareggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento