rotate-mobile
Calcio giovanile

Giovanili Elite, tre opzioni sul tavolo. Nessun passo indietro, si vuole terminare la stagione

Riunione in videoconferenza fra le società e i vertici della Figc Emilia-Romagna. Il timore di alcune società: l'impossibilità di organizzare tornei a maggio

Qualche società ha lamentato i problemi che potrebbe causare giocare in maggio e i primi di giugno, periodo tradizionalmente destinato ai tornei durante i quali alcuni club riescono ad ottenere risorse economiche importanti. I vertici regionali hanno però chiarito che a oggi la priorità è portare a termine i campionati. Un’altra delle incognite da valutare è l’eventuale ripresa delle scuole: lo sport è sempre andato di pari passo con l’attività sui banchi, alcune società hanno chiesto cosa succederà nel caso in cui gli istituti dovessero proseguire con la didattica a distanza. Al momento si resta in attesa di capire cosa deciderà il Governo, visto che la notizia delle ultime ore è quella di un tentativo di riapertura già prima di Natale, ma comunque indipendentemente da come riprenderà la scuola l’obiettivo è far ripartire l’attività sportiva all’inizio del prossimo anno. Mentre qualcuno ha chiesto un preavviso di almeno tre settimane (ipotesi che attualmente sembra di difficile realizzazione, considerato che bisognerà abituarsi a giocare nelle finestre concesse dal Covid), da altri è stata avanzata la possibilità, in casi estremi, di giocare solamente il girone di andata e quindi effettuare i play off.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanili Elite, tre opzioni sul tavolo. Nessun passo indietro, si vuole terminare la stagione

SportPiacenza è in caricamento