menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La rosa delle Biancorosse Piacenza il giorno del raduno, con tecnici e dirigenti. La presidentessa Zoccheddu è la terza da sinistra in piedi

La rosa delle Biancorosse Piacenza il giorno del raduno, con tecnici e dirigenti. La presidentessa Zoccheddu è la terza da sinistra in piedi

Le ambizioni delle Biancorosse Piacenza: «Progetto serio, vogliamo la promozione». VIDEO

La squadra guidata da Luciana Meles si è radunata sul campo della Besurica. La presidentessa Zoccheddu: «Puntiamo alla Serie C per dare una scossa a tutto il movimento locale»

E’ arrivata l’ora di compiere il salto di qualità. La scorsa stagione per le Biancorosse Piacenza è stata una sorta di anno zero: l’iscrizione al campionato di Serie D, terminato a metà classifica, l’accordo con il Piacenza calcio, la selezione delle giocatrici e un gruppo da amalgamare. Vogliono fare le cose per bene i dirigenti e per riuscirci hanno scelto di salire un gradino alla volta. Inutile puntare a voli pindarici per poi rischiare di cadere in modo fragoroso, meglio piazzare mattone dopo mattone ma partire da fondamenta solide per poi migliorare.

Adesso è giunto il momento del primo balzo in avanti e il traguardo è chiaro fin dal primo giorno di raduno, andato in scena sul campo della Besurica. Anche questa è una novità: salutato il terreno di gioco di San Giorgio, che ha ospitato le gare di campionato dello scorso anno, si punta ad avvicinare maggiormente il calcio femminile alla città.

«Non lo nascondiamo - racconta la presidentessa Cristina Zoccheddu - il nostro obiettivo è conquistare la promozione, salire di categoria anche per dare una scossa a tutto il movimento locale. Ci sono dei progetti ambiziosi e siamo ripartiti da zero per raggiungerli, puntando su uno staff tecnico qualificatissimo con un’allenatrice del calibro di Luciana Meles. Adesso deve iniziare la nostra crescita, anche se siamo consapevoli delle difficoltà che ci troveremo ad affrontare in un girone che presenta squadre nuove e tutte da scoprire».

Lo scorso anno avete chiuso il campionato di Serie D a metà classifica, adesso invece puntate al successo. Significa che avete una rosa ancora più competitiva composta comunque principalmente da ragazze piacentine.

«Assolutamente sì. Nel gruppo ci sono due ragazze provenienti dalla Lombardia e che hanno alle spalle esperienze ad alti livelli, ma per il resto la squadra è assemblata con giocatrici di casa nostra. E’ l’obiettivo principale che ci siamo posti: creare una base di ragazze locali da far crescere per garantirci un futuro roseo».

Piacentine e giovani. L’età media della squadra è bassissima.

«Verissimo, possiamo contare anche su ragazze di 15 anni che possono comunque appoggiarsi a calciatrici più esperte in grado di guidarle nei momenti di difficoltà».

LA ROSA (fra parentesi l’anno di nascita)

Valentina Masuzzo (93), Monica Cremaschi (88), Stefania Del Miglio (92), Mara Romero (2000), Camilla Tosca (88), Virginia Porcari (99), Manuela Rimondi (92), Marianna Sivelli (96), Martina Gio (2002), Gloria Dordoni (2002), Sara Facchini (2000), Alessandra Leo (92), Maya Amorin De Sousa (89), Diana Merli (2002), Elisa Costa (2000), Giovanna Irene Lombardo (2001), Dalila Adiletta (90), Paola Danella (81), Nivcole Mara Romero Carrion (2000).

All. Luciana Meles

IL GIRONE B DELLA SERIE D FEMMINILE

Biancorosse Piacenza, Crema 1908, Fara Olivana Con Sola, Femminile Atalanta, Feralpisalò, Governolese, Lady Bergamo, Mario Bettinzoli, Monterosso, Senna Gloria, Vibe Ronchese, Vignareal, 3Team Brescia Calcio.

GUARDA IL VIDEO CON L'INTERVISTA ALLA PRESIDENTESSA CRISTINA ZOCCHEDDU

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento