menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il direttore sportivo di CAI Soccer Piacenza, Andrea Alborghetti

Il direttore sportivo di CAI Soccer Piacenza, Andrea Alborghetti

CAI Soccer Piacenza - Serata di festa e premiazioni. Alborghetti: «Bilancio positivo, novità in cantiere». FOTO

Ultimo atto della stagione al Nessie Pub con tutti i premiati della stagione Clausura 2018. Numeri sempre in crescita, oltre 80 squadre iscritte ai diversi campionati e i tesserati toccano quota 2500

Sono numeri scintillanti quelli che sfodera il Campionato Amatoriale Italiano (CAI Soccer) di Piacenza, alla sua quarta stagione sul territorio ha sbaragliato la concorrenza riscuotendo un successo sempre crescente. Nello scorso inverno c’è stata la festa dei campionati Apertura, nella serata di martedì le premiazioni di fine stagione dei campionati Clausura al Nessie Pub anche se, l’attività, proseguirà per tutta l’estate con diversi tornei
A tracciare il bilancio piacentino è il direttore sportivo Andrea Alborghetti. «Il bilancio è senza dubbio positivo e siamo molto contenti, purtroppo il tempo ci ha costretto ad allungare le finali del campionato a 11 ma a breve termineremo. La serata conclusiva al Nessie prevede numerosi riconoscimenti perché amiamo premiare chi ha scelto il nostro campionato - spiega Alborghetti - e tantissimi ragazzi sarà data una targa o una coppa che va dalla posizione in campionato della propria squadra a quella singola come il miglior gol, la miglior parata e fairplay».
Quarto anno e numeri in crescita costante: oltre 80 squadre dislocate su diversi campionati e 2500 tesserati circa fanno di CAI Soccer Piacenza la prima realtà del territorio.
«I numeri sono sempre stati in crescita, di questo ne siamo orgogliosi e posso già dire che stiamo cercando di creare qualcosa di molto positivo per il prossimo anno, per incentivare le persone che si iscrivono entro il 15 di giugno a scegliere i nostri campionati, l’obiettivo è quello di dare un incentivo che davvero porterà a un risparmio perché siamo attenti anche sotto questo aspetto».
Il format rimane lo stesso o anche qui ci saranno novità?
«Il format rimane uguale ma abbiamo in mente di migliorare alcune cose. La richiesta delle nostre squadre ci dice che c’è l’esigenza di avere un campionato completamente amatoriale nel Calcio a 7, ci chiedono una cosa più “soft” da over 40 - dice sorridendo - che faticano magari a giocare contro ragazzini di 20 anni che corrono il doppio. Ecco, qui saremo attenti e stiamo mettendo in cantiere un campionato solo amatoriale per accontentare la richiesta. La stessa cosa la stiamo pensando per il campionato a 11 mentre nel calcio a 5 abbiamo già introdotto i campionati totalmente amatoriale senza tesserati».
A fare gli onori di casa della serata, oltre al direttore sportivo Alborghetti, anche il segretario generale Pietro Rancati e il direttore sportivo di Parma Alessandro Grillo.

Sono inoltre ancora in corso i playoff per decretare la seconda squadra che si qualificherà in Golden League. Proprio sulla Golden League 11 da giovedì saranno in corso di svolgimento i playoff Scudettoi che vedranno impegnati nei quarti di finale: Pasola-Santissima Trinità e Libertas-Atletico Casaliggio, già qualificate in semifinale Bulls e Liverpoork.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento