menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Player of the week: Raffaele Cimmino

Il Player of the week: Raffaele Cimmino

CAI - Rubrica: il Player e il Team of the week

La Pizzeria Grotta Azzurra reciterà il ruolo di grande protagonista nella Silver League Clausura di Calcio a 11 dopo essere stata ad un passo dalla promozione nell'Apertura. E lo dovrà sicuramente alle reti di Raffaele Cimmino, già 5 reti in 2...

La Pizzeria Grotta Azzurra reciterà il ruolo di grande protagonista nella Silver League Clausura di Calcio a 11 dopo essere stata ad un passo dalla promozione nell'Apertura. E lo dovrà sicuramente alle reti di Raffaele Cimmino, già 5 reti in 2 gare, e 7 reti nel 2015. E' lui il Player of the Week.

Raffaele quali sono state le tue esperienze passate in ambito calcistico e come sei arrivato alla Pizzeria Grotta Azzurra?
«Sono un classe ’87: segnavo già tante reti nei campionati giovanili regionali tra le fila della Pontolliese Libertas. A 16 anni dopo aver segnato 40 reti nel campionato Allievi, sono andato a giocare in prima squadra che all'epoca disputava il Campionato di Promozione con in avanti "bomber" Centofanti. Poi a 19 anni mi sono ritrovato a gestire un negozio di abbigliamento e non ho più avuto tempo e voglia di rimettermi in gioco. Finché l'anno scorso ho ricominciato e mi sono trovato sin dall'inizio molto bene: il livello è buono, siamo una squadra ben assemblata e non ho perso il "vizio" del gol grazie ai miei compagni che si mettono a disposizione e mi permettono di andare in rete con continuità».
Siete partiti molto forte nella Silver League Clausura, ma che cosa vi è mancato nell'Apertura per la promozione?
«Siamo arrivati stanchi nel finale anche se avevamo qualcosa in più del Casaliggio a livello assoluto. Credo che se andiamo avanti cosi ce la giocheremo tranquillamente in Golden l'anno prossimo con la Formec Biffi»

Riprende la rubrica Team of the Week, e questa è la volta dell'Atletico Ruvle', partecipante alla Silver League Clausura 2016. Di seguito l'intervista al responsabile della squadra Alessandro Boni.

Com'è nata l'idea della squadra ( e del nome) e che cosa vi ha spinto a scegliere il CAI?
«Il nome della squadra è nato qualche anno fa quando abbiamo partecipato ad altri campionati amatoriali. È nato un po' per caso, è piaciuto ai componenti della vecchia squadra, e lo abbiamo ripreso per questa nuova squadra. L'idea della squadra è nata dal fatto che volevamo tornare a giocare partite di campionato, anche come occasione per ritrovarsi insieme. Il CAI è venuto in mente a un nostro compagno di squadra che si era trovato bene l'anno precedente e così abbiamo deciso di provare! E io personalmente mi trovo bene, è un campionato diverso dal solito e dove ogni partita non è scontata.?In più penso sia organizzato bene e le persone di riferimento sono sempre disponibili».
Come vi state trovando in campionato?
«Parlando delle partite giocate, il torneo di Apertura è partito bene ma finito male, perché abbiamo perso 3-4 partite alla nostra portata che ci potevano portare almeno in zona playoff»

Ambizioni per il Torneo Clausura e su cosa contate maggiormente?
«Il Clausura è partito male con una sconfitta, ma dopo due vittorie cerchiamo di puntare alla zona playoff, poi vediamo a fine campionato dove arriveremo. Il nostro punto di forza penso sia il gruppo, siamo tutti amici tra noi e sicuramente aiuta a giocare le partite».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento