Questo sito contribuisce all'audience di

Calcio a 5 - Storica Area Indoor. Losi: «Ci è riuscito qualcosa di straordinario». Foto e Video

Il tecnico: «Quando il presidente Lavecchia mi ha chiamato, 5 anni fa, non abbiamo mai parlato di Serie B e invece è successo. Il futuro? Entriamo in un campionato nazionale dunque bisognerà strutturarsi». Intanto la squadra punta al double con la Coppa Italia

Una società del nostro territorio che incarna tutti i valori della piacentinità e che, allo stesso tempo, è anche una multinazionale del gol visto che nella rosa militano un paio di argentini (Pire e Pego), due brasiliani (Montagna e Cimmino), uno spagnolo (Campos), un albanese (Braho) e un macedone (Naunov). A guidarli Paolo Losi. Il risultato? Una storica promozione nella Serie B di Calcio a 5: nessuna formazione piacentina aveva mai raggiunto un livello così alto in questo sport. E non è ancora finita perché nel mirino ora c’è il double: l’Area Indoor, infatti, è nei Quarti di finale di Coppa Italia di Serie C1 e vuole portare a casa tutto il bottino.

L’APPETITO VIEN MANGIANDO
«Diciamo di sì - ci spiega il tecnico Paolo Losi, che da 5 anni guida l’Area Indoor - l’obiettivo è chiaramente finire il campionato senza regalare nulla a nessuno, tuttavia è innegabile che l’attenzione sia rivolta ai Quarti di Finale di Coppa Italia. Il 16 c’è il match di andata in Sardegna contro la Monastir Kosmoto, il 23 marzo il ritorno qui a Castelsangiovanni, se passiamo entriamo nelle Final Four».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PIU’ STORICA O PIU’ INCREDIBILE?
«Sicuramente abbiamo tagliato un traguardo storico, mai nessuna squadra del piacentino era arrivata in Serie B. Qui da noi la disciplina del Calcio a 5 non è molto sentita, nel milanese ad esempio vanno matti per questo sport. E’ una promozione in Serie B che non esiterei nemmeno a definire incredibile, o forse anche di più. Cinque anni fa il presidente Lavecchia mi ha chiamato, l’obiettivo era passare dalla Serie D alla Serie C1 e ce l’abbiamo». Poi cosa è successo? «Quest’anno in C1 abbiamo cambiato 11 giocatori, l’obiettivo era fare bene, toglierci delle soddisfazioni e magari mettere la testa dentro i playoff».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Nessuna novità. Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria ripartiranno a febbraio? Il problema è la Terza

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Caso Suarez: indagato Paratici: «Chiese aiuto alla Ministra De Micheli»

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento