Basket

Trasferta amara per l'Assigeco: a Trapani la squadra di Salieri condannata nel finale

Finisce 86-82 per i siciliani. Il tecnico biancorossoblù: «Siamo mancati in alcune situazioni difensive, anche se spesso è stato il talento di Renzi a punirci» Bene Cesana (17 punti) e Guariglia (16)

Trasferta amara per l’Assigeco Piacenza, che incassa la seconda sconfitta consecutiva dopo aver rimesso in piedi una partita che sembrava ad un certo punto definitivamente chiusa. I biancorossoblù sono stati bravi a non darsi mai per vinti, ma a 20” dalla fine non sono riusciti a capitalizzare il possesso che avrebbe potuto portare la gara all’overtime o aprire agli uomini di coach Salieri le porte del successo con un tiro da tre realizzato: 16 punti con 15 rimbalzi per Tommaso Guariglia, 17 sono stati i punti messi a segno da Luca Cesana.

LA CRONACA – La tripla di Molinaro apre il match, poi è il jumper di Cesana a scrivere il 5-4 del 2’. Renzi però è caldissimo e segna il 7 punto dall’arco per il 9-5 dei padroni di casa. Anche McDuffie mette una tripla, ma poi Molinaro commette il secondo fallo e costringe coach Salieri alla prima rotazione della gara al 4’. Proprio Guariglia appoggia al vetro il 15-14 correggendo un errore di Carberry, ma alcune scelte mal consigliate consentono ai padroni di casa di allungare con Nwohucha che appoggia il 23-16 dell’ultimo minuto del quarto iniziale. Dopo il 23-18 del 10’, Renzi continua a colpire, quindi l’Assigeco trova la tripla di Poggi (27-23), ma Mollura è cinico dall’arco e consente a Trapani di raggiungere il massimo vantaggio sul 32-24 al 14’. Renzi però non perdona: due triple consecutive e 38-26 che lo staff di Piacenza decide di interrompere con il timeout. Guariglia segna da sotto, Cesana prende un bello sfondamento da Mollura che ci aggiunge anche il tecnico per proteste e a cavallo dell’ultimo minuto prima dell’intervallo lungo l’Assigeco si riporta a -5 (40-35).

L’uscita dall’intervallo lungo vede i biancorossoblù perdere un paio di palloni in attacco e Trapani in un amen torna a +10 (51-41) dopo 2’ di terzo periodo. Padroni di casa anche a +14 con l’ennesima tripla di Renzi, cui replica Formenti. Piacenza è più che viva e dopo l’antisportivo a Erkmaa arrivano due traccianti di McDuffie che riaprono i giochi (59-55) al 26’. Ma dopo il 10-0 a favore, arrivano due triple di Palermo che riportano i padroni di casa ad un vantaggio in doppia cifra anche allo scoccare della terza sirena. McDuffie segna due triple e l’Assigeco torna a -8, quindi Carberry schiaccia al volo il punto del -6, poi manda Guariglia ad appoggiarne due facili per il -5 al 35’. Cesana riapre definitivamente i giochi (76-74), ma ancora Renzi segna dalla lunga e poi induce Guariglia ad un fallo che praticamente rischia di chiuderli. E invece l’Assigeco arriva ancora a contatto a 20” dalla fine con il possesso della vittoria: Carberry però perde la maniglia e commette fallo che consente a Nwohuocha di realizzare i liberi che chiudono i conti, questa volta definitivamente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferta amara per l'Assigeco: a Trapani la squadra di Salieri condannata nel finale

SportPiacenza è in caricamento