rotate-mobile
Basket

Touré Murry, ex dell'Assigeco, in fuga dall'Ucraina: «Svegliato dalle bombe, 14 ore di attesa per entrare in Romania. Prego per chi è ancora là»

La guardia, ex dell'Assigeco, aveva iniziato il campionato con il Ternopil Tneu. «Penso alle tante persone che stanno morendo e stanno soffrendo a causa della guerra»

Immagine REALAB-2Bruttissima esperienza per Touré Murry, cestista statunitense molto conosciuto a Piacenza per la stagione giocata con la maglia dell’Assigeco nel 2018-2019. La guardia americana dopo aver salutato la nostra città ha vestito la casacca del Benfica per poi passare nel 2020 agli svedesi del Lulea e successivamente al Ternopil Tneu, formazione ucraina impegnata in Superlega, e proprio in territorio ucraino si trovava quando è scoppiata la guerra. Fortunatamente Murry è riuscito a fuggire dalla zona del conflitto per fare rientro a casa, ma ha trascorso momenti particolarmente difficili, come raccontato dallo stesso giocatore a una televisione statunitense.

«Ci siamo svegliati alle 7 di mattina con il rumore delle bombe che esplodevano a poca distanza e abbiamo subito capito che avremmo dovuto lasciare la città in cui mi trovavo il prima possibile».

In una situazione così drammatica anche i trasferimenti non si sono ovviamente rivelati semplici.

«Abbiamo trovato un mezzo di trasporto che ci ha caricato per farci uscire dall’Ucraina e portarci in una zona sicura, siamo arrivati alla frontiera ma dopo 14 ore di attesa, con una fila infinita di auto e pullman, ci è stato detto che da quel punto non saremmo potuti uscire. E’ stato un momento di grande paura e di grande confusione, davvero nessuno sapeva il modo migliore per muoversi».

Per fortuna alla fine la soluzione è stata trovata. «Dopo un’attesa infinita siamo riusciti a entrare in Romania da dove sono tornato a casa. Ma so che altri miei compagni sono rimasti in territorio di guerra e prego per loro. Quando ho firmato per andare in Ucraina non mi sarei mai aspettato di vivere un’esperienza simile, per fortuna io sono riuscito ad allontanarmi, ma penso alle tante persone che stanno morendo e stanno soffrendo a causa dell'invasione russa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Touré Murry, ex dell'Assigeco, in fuga dall'Ucraina: «Svegliato dalle bombe, 14 ore di attesa per entrare in Romania. Prego per chi è ancora là»

SportPiacenza è in caricamento