rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Basket

Venti palle perse costano care all’Assigeco: la Stella Azzurra vince 92-87

Brutto approccio alla gara, i padroni di casa a metà del primo quarto sono a +15. Salieri: «Sconfitta amara ma meritata»

A Guidonia arriva la seconda sconfitta consecutiva per l’Assigeco Piacenza, superata 92-87 dalla Stella Azzurra Roma in un match meritatamente portato a casa dai padroni di casa. I biancorossoblu, sempre senza Sabatini, Gajic e Galmarini, pagano l’insufficiente approccio alla partita, con i nerostellati abili nel toccare quindici lunghezze di vantaggio già a metà del primo quarto, e le sanguinose venti palle perse che hanno spianato la strada a diverse soluzioni in contropiede della Stella Azzurra, guidata dai 22 punti di un superlativo Wilson e dai 14 dell’ex della partita Chiumenti. Non bastano a Piacenza i 25 di Kameron McGusty e la solida prestazione da 17 punti e 15 rimbalzi di Brady Skeens; la squadra di Salieri proverà a riscattarsi domenica prossima sul parquet del PalaBanca contro l’Urania Milano, diretta concorrente per l’accesso alla post-season.

PRIMO QUARTO

Inizia nel peggiore dei modi la partita dei biancorossoblu, che subiscono il forte approccio al match dei ragazzi di coach Luca Bechi che partono con le marce altissime trascinati da Ferrara e un Nikolic sugli scudi. Ci vogliono tre minuti di gioco per vedere i primi due punti di Piacenza firmati da McGusty (6-2 al 3’), ma Nikolic continua il proprio show balistico con undici punti filati che portano i suoi al massimo vantaggio sul +15 (21-6 al 6’). Sul finale di periodo l’Assigeco tenta di recuperare il gap di svantaggio spinta dai canestri di Pascolo e il gioco da tre punti di McGusty. Il due su due in lunetta di Chiumenti e la bomba quasi allo scadere di Querci chiudono i primi dieci minuti di gioco sul 25-19.

SECONDO QUARTO

L’asse Cesana-Skeens funziona a meraviglia a inizio seconda frazione, e insieme alla magia nel pitturato di Pascolo costringono coach Bechi alla pausa forzata (27-25 al 13’) che porta i suoi frutti con la schiacciata da capogiro di Givens, la rubata di Wilson e il canestro di Ferrara (35-27 al 15’). Il timeout chiamato da coach Salieri porta alla reazione di Piacenza, che rientra in campo più concentrata e aggressiva, e grazie a un parziale di 4-11 riesce a toccare il primo vantaggio di serata sul 37-38 con il canestro di Skeens su servizio di Cesana (7 assist a metà gara). Negli ultimi minuti di gioco del periodo a regnare è l’equilibrio, con le squadre che vanno avanti nel punteggio soprattutto grazie ai tiri liberi. Il canestro sulla sirena di Miaschi manda tutti all’intervallo lungo con il tabellone che segna 44-42.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venti palle perse costano care all’Assigeco: la Stella Azzurra vince 92-87

SportPiacenza è in caricamento