menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dominio Bakery sotto gli occhi di Hawkins: Desio battuta 89-59. VIDEO

Facile successo per i biancorossi di fronte all'ex di Siena, Milano e Roma, che applaude i nuovi compagni, firma i primi autografi e dice: «Sono pronto a scendere in campo»

Dopo una serata simile resta da chiedersi cosa potrà essere il Bakery quando avrà a disposizione anche David Hawkins, atterrato ieri a Linate e in serata a bordocampo nella sfida mai in discussione contro Desio. Già con questo assetto i biancorossi non solo dominano, ma danno anche spettacolo: chissà quale sarà il divario con le avversarie quando la formazione di Coppeta avrà a disposizione anche l’ex di Roma, Siena e Milano.

Lo spirito di Piacenza si capisce all’inizio dell’ultima frazione: i padroni di casa sono avanti venti punti, non hanno mai rischiato durante tutto l’incontro nemmeno di essere avvicinati da Desio. Eppure in panchina Coppeta urla ai suoi: «Ancora questi dieci minuti». In una gara ormai consegnata agli archivi non vuole ridurre intensità e grinta, caratteristiche che, con queste premesse, ai biancorossi non dovrebbero mai mancare. E infatti a sette minuti dal termine, con la gara sul 73-48, Desio commette infrazione perché a causa del pressing dei padroni di casa non riesce a superare la metà campo nel tempo consentito.

Riavvolgiamo il nastro per raccontare un incontro che dura lo spazio di un respiro: quando il primo quarto ha appena superato la metà Piacenza conduce già 18-4. Stanic è l’ispiratore, i compagni a turno recitano il ruolo dei rifinitori. con Birindelli sugli scudi. Corre veloce con i piedi e con la testa questo Bakery, ma non si ferma a specchiarsi dopo le azioni spettacolari che portano a canestro: è anche aggressivo in difesa, dove spesso raddoppia impedendo agli avversari di capirci qualcosa. Rombaldoni è ispiratissimo, tanto che nel primo tempo non si riposa nemmeno un secondo, e i suoi assist no look regalano il facile 28-6 dopo i primi dieci minuti.

Nel secondo quarto Coppeta cambia tutti gli interpreti, ma la faccia del Bakery rimane identica: applicazione, pressing, difesa attentissima e più di un guizzo da applausi in attacco. Desio fatica a capirci qualcosa, ma l’aspetto positivo è che nonostante l’enorme vantaggio Piacenza non si ferma mai, continua a correre senza pensare a gestire l’incontro.

Quando i biancorossi schierano il quintetto base non c’è proprio partita, nettissima la differenza fra le due formazioni, con i padroni di casa che si meritano anche gli applausi convinti di David Hawkins. «Sono pronto» spiega sorridendo dalle tribune del PalAnguissola dove firma già i primi autografi, anche se ancora non sa quando potrà scendere in campo a dare una mano ai suoi nuovi compagni. Per il momento non c’è bisogno: Desio prova a rendere interessante la partita ma l’operazione è complicata considerato che resta sempre almeno a una ventina di punti di distanza; poi nel finale Piacenza allunga ulteriormente fino al definitivo 89-56.

BAKERY PIACENZA-AURORA DESIO 89-56

(28-6, 44-26, 60-42)

Bakery Piacenza: Rombaldoni 7, Stanic 8, Bruno 11, Perego 13, Guerra 3, Pederzini 17, Birindelli 15, Maresca 5, Guaccio 8, Galli 2, Libé. Ne: Bracchi. All. Coppeta

Aurora Desio: Perez 8, Fumagalli 11, Fiorito 5, De Paoli 4, Mazzoleni 8, Canzi 5, Brown 3, Parma 3, Casati 4, Conti 8. Ne: Biragi. All. Frates

GUARDA IL VIDEO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento