menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mike Hall, lungo dell'Assigeco

Mike Hall, lungo dell'Assigeco

Valanga di emozioni al PalaBanca, l'Assigeco batte Verona 83-81

Padroni di casa avanti per quasi tre quarti di gara, raggiunti e superati fino allo show finale di Hall e Ferguson

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tre quarti (qualche istante meno) di altissimo livello, con Verona sempre a rincorrere, poi un finale thrilling con Hall e Ferguon protagonisti. L’Assigeco si conferma bestia nera degli Scaligeri, trova una vittoria soffertissima al termine di una gara magari non stupenda tecnicamente ma che regale emozioni infinite. E quando Ferguson si presenta ai tifosi a dare il “cinque” al termine della gara lascia intendere con un gesto eloquente che Piacenza ha degli attributi enormi. Perché dopo averla quasi persa i padroni di casa la recuperano con grandi giocate individuali per poi difenderla di squadra fino all’83-81 finale con 25 punti di Hall e 20 di Ferguson.

La partita - Nelle prime tre azioni offensive Verona intercetta due passaggi fantasiosi dei biancorossoblù e sembra che l’approccio non sia quello corretto. Mai impressione fu più errata, perché subito inizia lo show di Ferguson che piazza sei punti in rapida successione poi si ripete per il 15-6. Piacenza ha la mano calda dalla lunga distanza: entra Ihedioha e allo scadere dei 24 mette la tripla del 19-9. Bobby Jones tiene Verona in partita con i tiri liberi, Prandin lo imita dalla lunetta e il primo periodo si chiude con la squadra di Ceccarelli avanti 29-21.

I padroni di casa non saranno perfetti, ma hanno carattere da vendere. Lo si capisce quando Santiangeli sbaglia due liberi ma prima Molinaro poi Hall catturano due rimbalzi offensivi consecutivi trasformandoli in punti. E quando Mike Hall supera anche Ferguson come canestri personali l’Assigeco è avanti 39-28 a metà della seconda frazione. Intanto anche Jones arriva in doppia cifra, mentre Hasbouck, temutissimo ex della vigilia, è controllato benissimo dalla difesa piacentina. Ma Verona è una squadra di cui non ci si può fidare, così è sufficiente che Gasparin e compagni riducano leggermente la velocità di crociera per vedere gli avversari risalire fino al 47-40 di metà partita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento