Questo sito contribuisce all'audience di

Assigeco, contro gli Shark è vietato distrarsi

Trasferta difficile per Piacenza in casa di Roseto. Andreazza: «Gara da affrontare con motivazioni immense»

Il capitano Luca Infante

La speranza è trovare una bella sorpresa dentro l’uovo di Pasqua, che l’Assigeco aprirà in anticipo sabato alle 20.30. La formazione di Andreazza viaggia verso Roseto, dove affronterà gli Shark, attualmente solitari al sesto posto in classifica. Una trasferta tosta per Piacenza, reduce dalla sconfitta interna della scorsa settimana con Imola al termine di una gara dai due volti: a un ottimo avvio ha fatto da contraltare un secondo tempo abulico, in cui i padroni di casa non sono mai riusciti a tenere il ritmo dei romagnoli.

Sul campo di Roseto ci vorrà un’altra Assigeco per portare a casa il risultato: gli avversari sono alla ricerca di una posizione migliore in vista dei play off (la Fortitudo è avanti di due lunghezze, Verona e Mantova sono appena dietro) e hanno bisogno di punti per posizionarsi al meglio nella griglia della post season. 

«La partita di sabato - spiega il tecnico Marco Andreazza - dovrà essere una gara da affrontare con motivazioni immense. Se da un lato è vero che la nostra stagione costellata da mille difficoltà ci ha spremuto tutte le energie fisiche e nervose che avevamo, è anche vero che ci troveremo di fronte una formazione in lotta per una posizione playoff».

Poi Andreazza prosegue: «Giocheremo contro atleti fortissimi tipo il top scorer del campionato Smith e due italiani di primissimo livello come Amoroso e Fultz, senza dimenticare tutti gli altri componenti del roster grazie ai quali Roseto è diventata nei mesi una delle rivelazioni del campionato. È proprio per questo motivo che voglio dai miei ragazzi la determinazione e la concentrazione delle serate migliori: il palcoscenico è di quelli importanti perché ritengo il tifo degli Shark uno dei più caldi d'Italia. Ci sono tutte le premesse per una bella partita, noi non vogliamo mollare e cercheremo di onorare al meglio queste ultime due gare di stagione regolare anche se gli acciacchi e gli infortuni non ci stanno abbandonando nemmeno in queste ultime settimane di impegni ufficiali. Ora conta solo giocare divertendoci parecchio perché non abbiamo più nulla da perdere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento