Questo sito contribuisce all'audience di

Rombaldoni: «Abbiamo un solo obiettivo: vincere. Un traguardo che porta pressioni ma è anche stimolante». VIDEO

Il capitano del Bakery parla della nuova stagione in biancorosso. «Tornare a Piacenza è stato stupendo. Mi guardo intorno e non capisco se sono sveglio»

Rodolfo Rombaldoni con il presidente Marco Beccari e il coach Claudio Coppeta

Come si fa a presentarsi ancora sul parquet a 23 anni dall’esordio in Serie A e dopo aver vinto due scudetti, una Supercoppa italiana e soprattutto un argento olimpico ad Atene nel 2004? Ci si riesce solamente se dentro esiste una grande passione per il basket. Rodolfo Rombaldoni è uno di quelli che non riesce a stare senza pallacanestro, lo ha sottolineato Marco Beccari, presidente del Bakery, il giorno del raduno, lo ha ribadito pochi istanti dopo anche il coach Claudio Coppeta. Lui torna a Piacenza, dove aveva giocato dal 2013 al 2015, con lo stesso entusiasmo, con i gradi di capitano e con la voglia di trascinare la squadra a quella promozione in Serie A che è l’obiettivo principale della società.

«Al Bakery - spiega Rombaldoni - ritrovo il presidente Beccari e il tecnico Coppeta. E’ una sorta di ritorno al passato, ma il nostro obiettivo è quello di guardare al futuro e avere ben chiaro qual è il nostro traguardo per la stagione che sta iniziando. Vogliamo vincere e faremo l’impossibile per raggiungere il nostro scopo. Vero, qui trovo una parte dei miei trascorsi, ma dobbiamo azzerare tutto e darci dentro».

Che sensazioni provi a vestire nuovamente il biancorosso?

«Un sogno, mi guardo intorno e non capisco se sono sveglio oppure no. Prima di parlare dell’aspetto lavorativo posso dire che qui trovo degli amici; è sempre bello stare in loro compagnia anche fuori dal campo. Adesso però concentriamoci sull’impresa e lavoriamo bene, perché ci aspetta un’annata molto dura».

Avete già iniziato a fare sul serio in palestra. L’obiettivo è uno solo: conquistare la promozione.

«Lo sappiamo. Vincere è sempre dura, ma come lo è per noi lo è anche per gli altri. Questa parola ci carica di pressione ma può essere anche stimolante».

Cosa dovrete avere più degli avversari per tagliare il traguardo?

«Per salire di categoria ci sono tanti modi. Le basi però devono essere sempre le stesse: generosità, voglia di sacrificarsi, giocare come gruppo. Sono gli ingredienti fondamentali per ottenere risultati».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A RODOLFO ROMBALDONI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento