Questo sito contribuisce all'audience di

Per l'Assigeco niente da fare nemmeno in casa di Chieti: quinto stop consecutivo

I piacentini restano avanti a lungo, sono in vantaggio anche a inizio del terzo quarto ma nel finale subiscono il ritorno dei padroni di casa che chiudono 83-71

All'Assigeco non è bastato il rientro a tempo pieno di Bobby Jones

Resta avanti per quasi tutta la gara Piacenza, in avvio di terzo quarto raggiunge anche un vantaggio di 8 lunghezze in casa di Chieti, all’inizio degli ultimi dieci minuti la formazione di Andreazza conduce ancora di due punti. Ma non basta, i padroni di casa si appoggiano a Golden, autore di 34 punti, superano 83-71 i piacentini e infliggono all’Assigeco la quinta sconfitta consecutiva in campionato. E questo nonostante gli emiliani potessero finalmente contare sulla rosa al completo, dopo una serie infinita di infortuni che hanno pesantemente condizionato l’esito della stagione regolare. A questo punto diventa difficile capire cosa servirà a Piacenza per uscire dalla crisi nera in cui è sprofondata.

In casa di Chieti è la Proger a uscire per prima dai blocchi con un parziale di 5-0 a firma Golden-Allegretti. Pronta la risposta dei ragazzi di coach Andreazza con la penetrazione di Raspino e con il tiro dalla media distanza di Persico. Poi si accende Hasbrouck con due triple consecutive che consentono all’Assigeco di chiudere il primo quarto avanti 18-14. Al rientro in campo Piacenza prova ad allungare grazie alla tripla di Jones, ma Chieti risponde colpo su colpo, nonostante i problemi di falli del proprio leader offensivo Trae Golden. Proprio il rientro in campo di Golden, ben coadiuvato da Zucca (8 punti), coincide con il controsorpasso teatino sul 26-23 a metà della frazione.  L’Assigeco risponde immediatamente con un parziale di 8-0 merito della coppia Raspino-Hasbrouck, ancora la guardia americana (13 punti) è protagonista di una grande palla rubata ai danni di Golden con conseguente canestro in contropiede in solitaria: Piacenza è ancora avanti all’intervallo lungo 32-36.

Alla ripresa del gioco due triple consecutive di Infante e Hasbrouck portano gli ospiti sul massimo vantaggio di 8 punti (34-42) e la partita vive di continui ribaltamenti. Dopo l’allungo iniziale degli ospiti, Chieti impatta nuovamente sul 52 pari al 28’, sospinta dal solito Golden e dai rimbalzi offensivi di Mortellaro, così il terzo quarto si conclude con la Proger in vantaggio 59-56. Hasbrouck e Raspino riportano immediatamente avanti Piacenza sul 61-59 in apertura di ultima frazione. Lo scatenato Golden (25 punti) guida l’ennesimo controsorpasso dei padroni di casa (65-61 al 35’).  Raspino (18 punti) fa di tutto per tenere a contatto Piacenza ma è ancora Golden a fare male alla difesa biancorossoblù spingendo i suoi a +7 (73-66) quando si entra negli ultimi tre minuti di partita. Sarà l’allungo decisivo. I residui tentativi piacentini di rientrare in partita si spengono sul ferro mentre Chieti chiude il match con un vantaggio in doppia cifra 83-71.

PROGER CHIETI – UCC ASSIGECO PIACENZA 83-71
(14-18, 18-18, 27-20, 24-15)

Chieti: Golden 34, Mortellaro 13, Allegretti 10, Fallucca 4, Decosey 7, Sergio 2, Zucca 10, Ippolito ne, Venucci 3, Turel, Davis ne. All.: Bartocci.

Piacenza: Borsato 2, Hasbrouck 25, Jones 7, Raspino 20, Persico 6, Dincic, Infante 9, Formenti, Costa ne, De Nicolao 2. All.: Andreazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento