rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Basket

Troppe assenze per l'Assigeco che deve arrendersi a Trieste

Il 2024 inizia con una sconfitta per la formazione di Salieri che deve fare a meno di Bonacini, Querci e perde anche Gallo a gara in corso. Finisce 86-69 per i padroni di casa

Termina con una sconfitta il primo match del nuovo anno per l’Assigeco Piacenza, costretta ad arrendersi alla Pallacanestro Trieste. I biancorossoblu hanno dovuto fare i conti con l’assenza di Bonacini e quella dell’ultimo minuto di Querci, perdendo anche a partita in corso Gallo a causa di un infortunio alla caviglia, ma hanno provato comunque a dare il tutto per tutto per mettere in difficoltà la formazione giuliana, reggendo l’urto soprattutto nella prima metà di gara. Per la formazione di coach Salieri il miglior realizzatore è Veronesi che chiude a quota 15 punti realizzati, seguito dai 12 con 7 rimbalzi e 7 assist di Sabatini e dagli 11 di Miller, oltre alla doppia-doppia sfiorata da Skeens (8 punti + 14 rimbalzi).

PRIMO QUARTO

È la penetrazione di Sabatini ad aprire le danze, seguita dal floater di Veronesi e dalla bomba di Deangeli. Ruzzier e Skeens non sbagliano nel cuore dell’area, con la partita che resta in equilibrio nei successivi minuti grazie ai primi bersagli di Candussi e Reyes e al tandem Skeens-Miller per i piacentini (12-12 al 6’). Campogrande subisce fallo su tiro da tre e non sbaglia in lunetta, Miller ne appoggia due in transizione ma dall’altra parte si accende l’uragano Filloy: tre triple consecutive del giocatore biancorosso, intervallate da un altro canestro di Miller, lanciano i padroni di casa avanti 24-16 dopo i primi dieci minuti di gioco.

SECONDO QUARTO

Molto aggressiva l’Assigeco, che infila un parziale di 0-6 grazie anche alla solita intensità difensiva, ma arriva subito la risposta di Trieste con Campogrande e Candussi. Sabatini infila la tripla, Filoni trova il fondo della retina con il reverse del -2, prima del botta e risposta da oltre l’arco tra Reyes e Serpilli, oltre al canestro di D’Almeida, che vale il 32-32. Sale in cattedra Reyes, che insieme a Campogrande e Brooks costruisce un parziale di 10-0 che porta i giuliani per la prima volta sulla doppia cifra di vantaggio (42-32 al 16’). Veronesi fa uno su due in lunetta, Sabatini segna due punti di pregevole fattura, mentre Ruzzier e Candussi fissano il punteggio sul 45-35 che porta le due squadre all’intervallo lungo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe assenze per l'Assigeco che deve arrendersi a Trieste

SportPiacenza è in caricamento