menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: il presidente Marco Beccari, l'assessore Massimo Polledri e il consigliere comunale Francesco Rabboni

Da sinistra: il presidente Marco Beccari, l'assessore Massimo Polledri e il consigliere comunale Francesco Rabboni

Nascerà ufficialmente il PalaBakery: per cinque anni la società biancorossa darà il nome all'impianto

Richiesta avanzata dal presidente Beccari e accolta dall'assessore Polledri, ora chiamato a definire l'iter con gli uffici comunali. In cambio l'amministrazione riceverà 75mila euro da investire nello sport

La notizia arriva al termine di una mattinata in cui al Bakery arrivano i complimenti del Comune per la promozione in A2 appena conquistata. Ed è una notizia di quelle importanti, un’iniziativa che se iniziasse ad attecchire rappresenterebbe un’inversione di tendenza fondamentale nella gestione degli impianti sportivi piacentini.

Per i prossimi cinque anni il palasport Franzanti (da molti ancora conosciuto come PalAnguissola) si chiamerà ufficialmente PalaBakery. La società biancorossa, che lo utilizza come casa per gli allenamenti e le partite casalinghe di prima squadra e settore giovanile e nell’area può anche contare sugli uffici da utilizzare come sede, darà il nome a tutto l’impianto. «E’ una richiesta che ci è arrivata dal presidente Marco Beccari - spiega l’assessore allo sport Massimo Polledri - e che adesso vaglieremo insieme agli uffici competenti. Ma non vedo alcun motivo perché la proposta non si trasformi a breve in realtà».

In cambio il Bakery garantirà all’amministrazione comunale un’entrata di 15mila euro annui per cinque anni, cifra che nelle intenzioni verrà utilizzata per la promozione della pratica sportiva. Un segnale importante da parte della società, un investimento che testimonia il proposito di proseguire il progetto legato al basket piacentino, e che coinvolge centinaia di ragazzi delle giovanili, per un periodo medio-lungo. Tanta manna in un momento in cui molte squadre fanno fatica ad arrivare a fine stagione e raramente riescono a programmare anche quella successiva. Un vantaggio anche per le casse del Comune sempre piuttosto vuote: avere a disposizione complessivamente 75mila euro da investire nello sport potrebbe rappresentare la possibilità di potenziare alcune attività già esistenti ma anche crearne di nuove.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento