Giovedì, 18 Luglio 2024
Basket

Trasferta amara per l'Assigeco: Nardò conduce per 40 minuti e chiude 78-70

Piacentini troppo imprecisi ai liberi (11 su 21). Salieri: «La nostra è stata una prestazione sottotono a livello di ritmo»

È amara la trasferta pugliese per l’Assigeco Piacenza, che al Palasport San Giuseppe da Copertino di Lecce è costretta a cedere alla Hdl Basket Nardò in una partita condotta dai padroni di casa per tutti i quaranta minuti. Fatali per i biancorossoblu le basse percentuali ai tiri liberi (11/21), in una serata ostica e difficile con Sabatini, Serpilli e Bonacini recuperati in extremis ma tutt’altro che al meglio della condizione. I granata ottengono la loro prima vittoria stagionale trascinati dal duo americano Smith-Stewart (21 punti per il primo, 19 per il secondo), e dalla prestazione tutto tondo di Iannuzzi (11 punti, 10 rimbalzi, 7 assist). Non bastano ai biancorossoblu i 20 di Veronesi e i 14 di Querci, attesi adesso da un poker di gare con le regine della classe: si parte domenica prossima alle 18 al PalaBanca contro Forlì.

PRIMO QUARTO

Sono di Stewart e Miller i primi canestri della serata, seguiti dall’appoggio di Iannuzzi e dalla prima bomba della serata che ha la firma di Veronesi. Le mani da oltre l’arco dei padroni di casa sono però subito caldissime: La Torre, Parravicini e Stewart, oltre a un canestro di Iannuzzi, lanciano avanti gli ospiti sul 15-8 obbligando coach Salieri al time-out. Stewart non ne vuole sapere di sbagliare da tre punti, Piacenza prova a rispondere con Querci e Miller ma lo 0/5 in lunetta in questo inizio di partita si fa sentire: il parziale dopo i primi dieci minuti vede Nardò avanti 25-14.

SECONDO QUARTO

L’uno su due in lunetta di Filoni e il canestro di Veronesi aprono il secondo quarto ma Parravicini infila l’ennesima bomba della serata di Nardò, seguito dall’appoggio di Sabatini (28-19 al 23’). Per quattro minuti abbondanti non segna più nessuno e a prevalere sono le difese. Iannuzzi si trasforma in un assistman servendo prima Smith poi Ferrara, con l’Assigeco che tenta diversi assalti al ferro e riesce a sbloccarsi con l’appoggio di Skeens (35-24 al 28’). Parravicini e La Torre bruciano ancora la retina da oltre l’arco, Querci prova a tenere a galla Piacenza con i suoi 14 punti. All’intervallo il tabellone segna 41-30 per i padroni di casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferta amara per l'Assigeco: Nardò conduce per 40 minuti e chiude 78-70
SportPiacenza è in caricamento