Questo sito contribuisce all'audience di

Antelli: «A Verona dobbiamo ripetere quanto mostrato nell'ultimo quarto con Mantova». VIDEO

Il playmaker dell'Assigeco fra rammarico per la seconda sconfitta maturata con un solo punto di scarto e il difficile impegno di sabato prossimo in casa di una delle favorite

Michele Antelli, play dell'Assigeco

Alle spalle una sconfitta bruciante, arrivata in un finale convulso e per un solo punto, di fronte uno di quegli appuntamenti da bollino rosso in casa di Verona. In mezzo solo il tempo di qualche allenamento, ma soprattutto la necessità di metabolizzare cosa non ha funzionato nella sfida di Mantova sistemando i dettagli che in Serie A2 possono fare la differenza.

L’avvio di campionato dell’Assigeco è ricco di recriminazioni, la sconfitta all’esordio contro Ravenna e la battuta d’arresto infrasettimanale di fronte alla Pompea sono difficili da digerire perché la formazione di Ceccarelli in entrambe le occasioni ha dimostrato di potersela giocare alla pari con le avversarie. Ma è inutile rimuginare su quello che poteva essere e invece non si è realizzato, adesso testa va immediatamente su una Verona che ha perso le prime due gare della stagione ma resta una delle favoritissime per i primi posti.

Lo sa bene Michele Antelli, giovane playmaker dell’Assigeco che nelle ultime giornate ha dimostrato quanto possa essere importante per la squadra pur partendo dalla panchina.

Domenica ancora una volta vi è mancato qualcosa per portare a casa i due punti.

«Ci è mancato veramente poco, è una sconfitta che scoccia parecchio perché per la seconda volta usciamo dal campo battuti per un solo punto, anche se le due gare hanno avuto uno sviluppo differente. Con Mantova eravamo riusciti a rimontare un passivo pesante e ci credevamo, anche se poi non siamo riusciti a concretizzare la nostra rincorsa».

Possiamo dire che andate un po’ troppo a sprazzi? Alternate momenti di black out ad altri di ottima pallacanestro. Ma con la Pompea non è stato sufficiente.

«E’ stata esattamente l’analisi del nostro coach. Ci ha detto: non possiamo iniziare a giocare dopo essere stati sotto di 20 punti. Abbiamo l’obbligo di eliminare questi periodi bui, trasformando le energie negative in positive».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento