Domenica, 19 Settembre 2021
Basket

Max Holt: «Piacenza è una bella squadra, possiamo raggiungere traguardi importanti»

Il centrale statunitense sta giocando le Olimpiadi di Tokyo con la sua nazionale. «La Gas Sales Bluenergy ha creato un bel mix di atleti esperti e ragazzi superforti. Adesso dobbiamo trovare l'alchimia giusta»

Max Holt con la maglia della nazionale statunitense con cui sta giocando le Olimpiadi

Dal nostro inviato a Tokyo

E’ un Max Holt per nulla soddisfatto dopo la gara dei suoi Stati Uniti contro il Brasile. La sconfitta 3-1 complica il cammino degli statunitensi alle Olimpiadi, anche se tutte le opzioni rimangono aperte e i possibili incroci dei quarti di finale sono di fatto infiniti, con la rappresentativa a stelle e strisce che potrebbe trovare l’Italia nei quarti, per la replica della sfida giocata a Londra nel 2012.

«E’ stata una partita strana - spiega il centrale che la prossima stagione tornerà a Piacenza - eravamo concentrati perché sia noi sia loro dovevamo vincere per evitare di complicarci la vita. Siamo stati bravi nel primo set ma da quel momento in poi non siamo riusciti a sfruttare le occasioni che ci sono capitate, a iniziare dalla seconda frazione. Avremmo dovuto fare meglio soprattutto a muro, perché loro saltano tanto e cercano molto gli angoli, e sulla palla alta».

Adesso cosa succede?

«Niente di particolare, ci attende una nuova gara importante che dobbiamo vincere. E sono certo che lo faremo. Impariamo dagli errori di oggi e non commettiamoli più».

Che Olimpiadi sono? Giochi strani con questo timore del Covid a tenere sgradita compagnia?

«Senza tifosi non è semplice, anche se purtroppo in questo ultimo periodo ci siamo abituati. Ma resta una sensazione particolare, non hai nessuno sugli spalti che ti dà una carica ulteriore rispetto a quella che ti crei da solo e con la squadra. Bisogna trovare le soluzioni dentro te stesso e in questo modo spendi ancora più energie».

Terminata l’esperienza giapponese torni a Piacenza (il raduno è previsto per il 23 agosto) dove sei già stato protagonista negli anni scorsi. Adesso che il mercato è chiuso e la rosa definita che squadra ti sembra?

«Una bella rosa. Dopo una stagione complicata credo che possiamo toglierci delle belle soddisfazioni».

Cosa ti ha convinto a scegliere la Gas Sales Bluenergy?

«Ho parlato con Zlatanov e Fei, che erano stati miei compagni. Io volevo rimanere in Italia, la città e l’ambiente già li conosco e mi sembrava la soluzione più adatta».

A cosa potete puntare?

«Siamo un gruppo di esperienza e di ragazzi giovani superforti. Mi sembra un bel mix, io sono dell’idea che se si crea una bella alchimia i risultati potranno essere importanti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Max Holt: «Piacenza è una bella squadra, possiamo raggiungere traguardi importanti»

SportPiacenza è in caricamento