Questo sito contribuisce all'audience di

Piccoli: «Vogliamo la qualificazione alla Coppa Italia, con San Severo ci aspetta una finale». VIDEO

All'Assigeco serve una vittoria per chiudere il girone d'andata fra le prime quattro. «Ci vorrà grande agonismo, bisognerà pressarli, aggredirli e lottare su ogni pallone»

Matteo Piccoli, guardia dell'Assigeco Piacenza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dipende tutto dall’Assigeco. Vincere domenica al PalaBanca contro San Severo per qualificarsi alla Coppa Italia, con la Final Eight in programma dal 6 all’8 marzo. I piacentini sono padroni del proprio destino, devono conquistare i due punti per raggiungere un traguardo obiettivamente inatteso anche se eventualmente meritatissimo. Vietato guardare la classifica, perché i pugliesi sono sul penultimo gradino della graduatoria insieme a Roseto e Montegranaro: si chiude il girone di andata e la squadra di Ceccarelli non ha alcuna intenzione di gettare al vento l’occasione che si è creata con le proprie mani in questi mesi.

Ne è consapevole Matteo Piccoli, vice capitano dell’Assigeco, che richiama i compagni alla massima attenzione.

«San Severo arriverà a Piacenza con il dente avvelenato – spiega la guardia biancorossoblù – considerato che è reduce da alcune sconfitte consecutive. Noi invece abbiamo la necessità di vincere per agguantare la qualificazione in Coppa Italia che potrebbe darci una grande fiducia anche in prospettiva futura. Non ci aspettiamo una partita facile».

Hai parlato del vostro primo obiettivo in termini temporali. Potevate raggiungerlo già domenica scorsa contro Forlì ma l’occasione di domenica al PalaBanca è molto più ghiotta.

«Verissimo: Forlì è un’ottima squadra, in casa loro siamo partiti bene e abbiamo disputato tre quarti di gara ottimi. Poi negli ultimi dieci minuti è arrivato un calo, ci hanno battuto dimostrando di essere una formazione in questo momento superiore. Accettiamo la battuta d’arresto e ci concentriamo sulla prossima gara che è da vincere assolutamente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Dilettanti - Nessuna novità. Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria ripartiranno a febbraio? Il problema è la Terza

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento