Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Marco Perin guarda al futuro: «Adesso non vogliamo fermarci, ma Pistoia è una grande squadra». VIDEO

Il capitano biancorosso dopo la vittoria con Orzinuovi si concentra sul secondo impegno casalingo consecutivo: domenica al PalaBakery arriva la vincitrice della Supercoppa

L’asticella continua ad alzarsi. Per il secondo impegno casalingo consecutivo domenica alle 18 arriva al PalaBakery la Giorgio Tesi Pistoia, formazione che in questa stagione ha già in bacheca un trofeo, la Supercoppa di categoria vinta un paio di settimane fa a Lignano Sabbiadoro. Per Piacenza dopo il successo contro Orzinuovi ottenuto grazie a un attacco stellare (101 punti a referto) arriva un nuovo esame ancora più tosto. I toscani in Supercoppa hanno superato San Severo, Chiusi e in finale Treviglio con una grande prova di Jazz Johnson, mentre in campionato hanno lo stesso ruolino di marcia della Bakery, con una sconfitta casalinga maturata nell’ultima giornata contro Cuneo e una vittoria all’esordio in casa di Monferrato.

Domenica scorsa ancora una volta il PalaBakery si è confermato la vostra arma in più.

«Verissimo, cercavamo una grande dimostrazione – spiega capitan Marco Perin – dopo lo stop maturato a Milano la settimana precedente, dove siamo calati in modo evidente nell’ultimo quarto. Volevamo dare una prova di maturità a noi stessi e una conferma del lavoro fatto in settimana, ancora di più perché giocavamo davanti al nostro pubblico che ci segue numeroso e ci è sempre stato vicino».

In generale questo esordio in Serie A2 è stato positivo: sette degli otto “quarti” che avete disputato sono stati ad ottimo livello. Peccato per quel finale nella giornata di esordio che vi è costato molto caro.

«E’ un campionato complicato, che non ammette cali di concentrazione o fasi in cui è possibile esprimersi in modo più morbido in attacco o in difesa. Se abbassi l’asticella solamente un attimo vieni punito, bisogna lavorare duro, essere determinati e mantenersi al top per tutti i 40 minuti».

Domenica scorsa contro Orzinuovi un’ottima partita anche perché quando i vostri avversari hanno provato a tornare sotto voi siete rimasti tranquilli e lucidi.

«Dopo il black out a Milano abbiamo lavorato intensamente a livello mentale, ci siamo parlati cercando soluzioni per non ripeterlo nelle gare successive. E così è stato, abbiamo messo in mostra un gioco offensivo perfetto perché non è comune segnare 100 punti contro Orzinuovi che è una squadra fra le migliori cinque del girone».

Adesso arriva Pistoia, formazione capace di dimostrare tutto il proprio valore vincendo la Supercoppa.

«Noi vogliamo proseguire il nostro cammino positivo. Affrontiamo una grande squadra, in fiducia dopo il successo ottenuto a metà settembre, con un play americano che ha già giocato nella massima serie. Un ragazzo giovane ma già esperto, dotato di un grande potenziale e circondato da italiani forti; sarà una sfida tosta, mi attendo un confronto molto più difensivo rispetto alla partita con Orzinuovi».

Sullo stesso argomento

Video popolari

Marco Perin guarda al futuro: «Adesso non vogliamo fermarci, ma Pistoia è una grande squadra». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento