rotate-mobile
Basket

Beccari: «Vittorie della prima squadra e settore giovanile in crescita, per la Bakery è un grande momento»

Il presidente biancorosso: «Quella in casa di Cantù la vittoria più importante della nostra storia. Cosa chiedo al 2022? Di rimanere in Serie A2 e poi mi piacerebbe vedere qualche ragazzo cresciuto da noi raggiungere traguardi importanti»

Ci si guarda alle spalle in casa Bakery e si ha la conferma che il 2021 è stato un anno fantastico. Probabilmente irripetibile, ma la società biancorossa non si pone limiti e allora forse è meglio non utilizzare certi aggettivi, perché l’asticella è sempre più alta ma squadra e società hanno dimostrato di poterla nuovamente superare. In ordine temporale l’anno che si sta concludendo ha portato nella sede biancorossa la vittoria in Coppa Italia, la promozione in Serie A2 e ora una posizione di classifica tranquilla, impreziosita dalle ultime due vittorie contro le formazioni migliori (lo dice la classifica) di tutto il girone, Cantù e Monferrato.

Il brindisi natalizio è stata l’occasione per tracciare un bilancio prima dei saluti, visto che ora i giocatori trascorreranno qualche giorno con le famiglie e si ripresenteranno in palestra dopo Natale. Il 2 gennaio è in calendario l’ultima giornata del girone di andata, la sfida più attesa contro l’Assigeco. Ma il derby è ancora in forse considerato che la formazione di Salieri deve fare i conti con un cluster di Covid 19 e ben 10 contagiati.

Presidente Beccari, qual è l’analisi di questa prima parte di stagione?

«Il giudizio è positivo e le ultime settimane hanno portato euforia in tutto l’ambiente. Aver vinto tre delle ultime quattro partite ci ha permesso di fare il pieno di fiducia, mi sembra sia arrivata la svolta che tutti ci aspettavamo, soprattutto in termini di atteggiamento. C’è stato un momento in cui mi ero un po’ preoccupato perché notavo che la squadra non riusciva a rendere secondo le aspettative, invece adesso in campo ci sono giocatori diversi, vedo facce più convinte e i risultati arrivano».

La prima squadra ha ingranato la marcia giusta e il settore giovanile continua a portarvi soddisfazioni.

«Sono presidente da undici anni e questo è un bel momento. Soprattutto siamo contenti per essere tornati in palestra anche con i più giovani dopo lo stop provocato dal Covid. E’ fantastico vedere tanti ragazzi giocare a basket e siamo molto soddisfatti perché le adesioni sono in continua crescita».

Tornando alla prima squadra avete vissuto anche un periodo non facilissimo. C’è stato un momento in cui hai temuto di non aver intrapreso la strada corretta?

«In Serie A ci siamo già stati e sapevamo che il campionato sarebbe stato molto difficile, così in estate abbiamo creato un gruppo che aveva la prospettiva della salvezza da raggiungere senza soffrire fino all’ultimo pallone. Vedere che i risultati non arrivavano non è stato piacevole, ma la svolta dell’ultimo periodo ha cambiato tutto; adesso viviamo una fase entusiasmante e raccogliamo i frutti di tutto il lavoro svolto in questi mesi. Per quanto mi riguarda porto avanti il discorso basket anche per vivere la passione attorno a tutto il nostro movimento. La precedente esperienza in Serie A fu problematica, adesso vedo che pubblico e settore giovanile rispondono in modo differente e questo è uno stimolo in più anche per me».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccari: «Vittorie della prima squadra e settore giovanile in crescita, per la Bakery è un grande momento»

SportPiacenza è in caricamento