Giovedì, 5 Agosto 2021
Basket

Beccari alla quarta finale in nove anni: «Il segreto? Ostinazione e passione. Ma adesso completiamo l'opera»

Il presidente della Bakery pronto alla finale play off che assegnerà un posto in Serie A2. «Non ci siamo mai nascosti, fin dal primo giorno il nostro obiettivo è sempre stato la promozione. Ora manca un solo gradino, ma è il più difficile»

L'esultanza di Marco Beccari dopo una vittoria biancorossa

Fino a questo momento è stata la stagione migliore da quando esiste la Bakery?

«A livello di risultati assolutamente sì. Per il momento abbiamo vinto tutto, più di così davvero non si poteva fare, su 30 gare giocate ne abbiamo perse 3 di cui una ininfluente, all’ultima giornata e a traguardo ormai raggiunto. E’ una marcia eccezionale, anche se manca ancora il gradino più complicato, perché se non vinciamo la finale non abbiamo raggiunto il nostro scopo nonostante una stagione fantastica».

La promozione darebbe giusto risalto anche a sforzi economici importanti.

«Una stagione come questa è stata molto difficile sotto tutti i punti di vista e sarebbe un peccato non consacrarla con il salto di categoria. Sapevamo che non sarebbe stato possibile chiedere sacrifici ulteriori ai nostri sponsor in una fase ricca di incognite come quella attuale, ma ho deciso in prima persona di puntare su un gruppo importante e di cercare in modo deciso la promozione. Ovviamente la Serie A2 darebbe nuovo slancio e una grande visibilità, restare in B invece sarebbe negativo sia da un punto di vista sportivo sia da quello economico».

In finale incontrerete Livorno, avanti 1-0 nella serie, o Bernareggio. Due squadre dalle caratteristiche differenti che avete già affrontato.

«I toscani sono un gruppo esperto, con un gioco di sistema e di equilibri. Bernareggio invece la possiamo definire più garibaldina. In finale non si può scegliere, qualunque sia l’avversario sono certo che si tratterà di una serie durissima».

Ultima considerazione: è di ieri l’ufficializzazione della Lega Nazionale Pallacanestro che consente la riapertura degli impianti al pubblico. Finalmente potrete davvero godere del fattore campo e del sostegno dei vostri tifosi, anche se potranno entrare solamente 500 spettatori.

«E’ sicuramente un vantaggio in più. Un aspetto molto positivo, punteremo a sfruttare anche l’aiuto dei nostri sostenitori che si è sempre rivelato fondamentale»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccari alla quarta finale in nove anni: «Il segreto? Ostinazione e passione. Ma adesso completiamo l'opera»

SportPiacenza è in caricamento