Questo sito contribuisce all'audience di

Molinaro: «Assigeco, è il momento di riprenderci quello che è nostro». VIDEO

Reduci da sei stop nelle ultime otto gare i piacentini attendono la visita di Verona, una delle big del campionato

Lorenzo Molinaro domenica scorsa a Montichiari

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ una Assigeco che non riesce ancora a trovare continuità. A una bella partita ne segue un’altra in cui qualcosa non funziona. Mai un crollo, ma alcuni scricchiolii che magari durano qualche minuto e sono decisivi per il risultato. Il problema è che in un campionato equilibrato come la Serie A2 anche le sottigliezze possono fare tutta la differenza del mondo.

«In effetti – conferma Lorenzo Molinaro, ala grande di Piacenza – nelle ultime gare abbiamo sempre peccato nel finale. Qualche ingenuità in difesa, magari poca grinta, così non è stato sufficiente un attacco che si è espresso a buoni livelli. Ci siamo trovati con sei sconfitte nelle ultime otto gare, è un periodo complesso e adesso bisogna trovare il modo di risollevarci».

Questione di testa, di tecnica, di tattica o un po’ di tutto messo insieme?

«Un calo fisico c’è stato, specie nell’ultima settimana in cui siamo scesi in campo tre volte. Si è visto nei minuti finali con Orzinuovi, quando i nostri avversari avevano qualcosa in più. C’è mancata l’energia per vincere, adesso ci attende un filotto di gare difficili».

Nonostante questa striscia negativa la classifica è ancora cortissima e siete in piena zona play off.

«Se questi problemi fossero emersi otto gare fa saremmo già indietro in graduatoria. Ma per fortuna prima eravamo riusciti ad esprimerci al meglio guadagnando punti importanti e godendo di un margine di errore che però adesso non abbiamo più».

Hai già parlato del filotto che vi attende: iniziamo da Verona che domenica arriva al PalaBanca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A inizio anno era una delle favoritissime e tutte se la aspettavamo in testa alla classifica. Ha dovuto far fronte ad alcune difficoltà cambiando anche qualcosa nel roster, sarà tosta conquistare i due punti. Ha vinto due gare fa nei minuti finali con Orzinuovi, mostrando una solidità di cui noi attualmente non disponiamo. Ma è il momento di riprenderci quello che è nostro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia - Piacenza sconfitto 1-2, il Teramo sbanca il Garilli senza fatica

  • Piacenza, male la prima. Il Teramo domina, biancorossi fuori dalla Coppa e con dei problemi da risolvere

  • Il Piacenza chiude il precampionato con un pareggio contro la Virtus Verona. Cosa va e cosa non va

  • Piacenza-Virtus Verona: 1-1, a Siani risponde Bridi

  • La Gas Sales Bluenergy va a singhiozzo, Padova vince 3-1. Biancorossi fuori dalla Coppa Italia

  • Gardini: «Amareggiato per la situazione, ma sono certo che la Gas Sales Bluenergy farà una grande annata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento