Questo sito contribuisce all'audience di

Il Bakery con Legnano per Gara3. «Ci aspettiamo un'altra battaglia di nervi»

I biancorossi venerdì alle 20.30 a Castellanza si giocano una fetta di salvezza. Castelli: «Dobbiamo fare un passo in più»

Coach Gennaro Di Carlo sulla panchina della Bakery

Bakery Piacenza – Axpo Legnano: 1-1 e palla al centro. Il secondo episodio della serie finale di playout ha visto i lombardi prevalere sulla truppa allenata da coach Di Carlo per 84-88, riportando la serie in perfetta parità. Ora l’appuntamento è per venerdì, quando a Castellanza alle 20.30 andrà in onda il terzo match di questa contesa.

Una partita, quella di martedì, risolta nell’overtime e per la prima volta nei playout sono stati gli avversari della Bakery ad esultare. La stanchezza e gli errori hanno fatto la differenza, come certificano le parole di Riccardo Castelli.

“Martedì è andata male. In queste partite così equilibrate, purtroppo o per fortuna, bisogna stare concentrati, difendere sempre fino all’ultimissimo secondo, e soprattutto fare la scelta giusta. Loro sono stati meglio di noi”.

Nei rimbalzi totali (47 contro 43) e nella percentuale da due punti (44% contro 42%), Legnano è stata effettivamente meglio di Piacenza, ma con uno scarto davvero risicato. Sintomi di una serie equilibrata, dove ogni particolare se schierato in campo nel momento giusto può fare la differenza tra un successo ed un insuccesso. Sicuramente nel supplementare, in cui la Bakery era veramente sulle gambe, i Knights hanno tirato fuori dal cilindro il coniglio per sorprendere la platea e rubare il fattore campo.

“Nel finale eravamo tutti molto stanchi, sia noi che loro, - aggiunge Riccardo Castelli - e questa stessa stanchezza ci ha tolto lucidità. È stata una battaglia di nervi ed alla fine ha prevalso Legnano. L’unico rammarico è legato alla fase difensiva, dove forse con un pizzico di attenzione in più avremmo potuto evitare qualche canestro facile, ma oramai è andata. Ora testa a gara tre”.

Gara 3 sarà in onda venerdì sera alle 20.30 al PalaBorsani di Castellanza. Una pivotal game (“gara pivot”) che potrebbe indirizzare in maniera importante questa serie finale. La Bakery ha dolci ricordi legati alle ultime trasferte, con la vittoria a Ravenna (29esima di campionato) e in gara3 contro Cassino, mentre Legnano ritrova il “Borsani” e con lui la sicurezza del parquet casalingo dove contro Cento ha messo insieme numeri da capogiro.

Per ribaltare immediatamente gli stati mentali ci sono i consigli dell’ex Forlì in maglia numero #0.

“Per essere pronti a giocarcela, venerdì c’è da fare un passo in più. Conosciamo bene le loro qualità ed eravamo consapevoli che le prime due partite non avrebbero indirizzato la serie. Vogliamo salvarci, è questo il nostro obiettivo e con la speranza di recuperare qualcuno dall’infermeria saremo pronti per gara tre”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serie C 2019/2020 - Clamoroso: resta fuori il Foggia. Forfait per Albissola, Lucchese, Arzachena e Siracusa

  • Calciomercato Piacenza - Niente rinnovi per Corradi e Barlocco. In partenza anche Sestu, Corazza e Porcari

  • Marco Gatti: «Franzini? Per il Piacenza è il tecnico migliore. Squadra competitiva ma non prometto nulla»

  • L'incredibile viaggio di un tifoso, Davide Baldini: da Tokyo a Trapani per vedere la finalissima del Piacenza

  • Piacenza - Emanuele Reboli guiderà la Berretti. Il Settore Giovanile si trasferisce al Siboni, tutte le novità

  • Serie C - Fuori Siracusa, Lucchese e Albissola. Speranze a zero per Arzachena e Foggia. Il 31 luglio i calendari

Torna su
SportPiacenza è in caricamento