Questo sito contribuisce all'audience di

La Bakery piazza un altro colpo di mercato: arriva Michael Sacchettini. «Sono qui per vincere»

Centro di levatura, 2 metri e cinque di altezza per 105 kg, classe 1995 con un percorso che l’ha visto presente su campi di serie B e A2. «Ho scelto Piacenza per il progetto che mi ha presentato il presidente Beccari»

Bakery Basket Piacenza è lieta di annunciare l’ingaggio di Michael Sacchettini, un centro di levatura, 2 metri e cinque di altezza per 105 kg, classe 1995 con un percorso che l’ha visto presente su campi di serie  B e A2. La sua carriera inizia a tredici anni con la maglia del College Basketball Borgomanero, disputa il campionato under 19 di eccellenza con Casale Monferrato e partecipa a vari raduni con la Nazionale (under 16,18 e 20). A diciotto anni arriva il primo ingaggio, come undicesimo uomo in Divisione Nazionale A Silver dove, per una stagione, veste la maglia di Omegna. Nel 2014 lascia le sponde del Lago d’Orta per spostarsi a Borgosesia, un’ annata da 185 punti con Gessi Valsesia gli vale la scalata personale in serie A2. Michael per due anni milita nella seconda serie nazionale con i colori di Legnano: qui ha la possibilità di confrontarsi e scendere in campo per sfide di rilievo come i playoff per la serie A nel 2017. Il 2018 è il suo anno, sbarca in terra romagnola, sul petto lo stemma dei Tigers Cesena. Al temine della regular season (2017/2018) Sacchettini accumula 719 minuti e 405 punti. L’avventura con la casacca nero-arancio prosegue fino al 2019, due anni di fuoco, due anni da protagonista, due anni che gli hanno permesso di disputare i playoff per due stagioni consecutive. A 25 anni Michael lascia Cesena con una media di 12 punti a partita e si sposta nella Capitale, dove torna a calcare i campi di A2 con la formazione di Eurobasket Roma. A dicembre, decide di cambiare e così, inizia un altro viaggio, quello che lo porta a vestire i colori dell’Omnia Basket Pavia. Dove chiude l’ultima stagione, prima della stop forzato, con 10 punti di media e 5 rimbalzi a partita. E’ sicuramente uno dei giocatori più determinanti nel suo ruolo in serie B. E’ un acquisto chiave per una squadra che si prepara a recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato.

Michael, cosa ti ha spinto a scegliere Piacenza?
“Sicuramente il progetto che mi è stato presentato dal Presidente Beccari, la voglia di vincere che questa società ha. So che è una piazza importante, dove la pallacanestro è sentita. La prima volta che è uscito questo nome ho ‘’raddrizzate le antenne’’. So che si lavora bene, Federico Campanella è molto bravo, ci sono tante ambizioni e i compagni sono esperti. Piacenza è sempre stata una squadra che punta al top e punta a fare bene; è una cosa che si sa, si è sempre saputa.”

Che giocatore è Michael Sacchettini?
“Sono sicuramente un giocatore a cui piace giocare con i compagni di squadra, ci metto tanta energia, cerco sempre di aiutare, sono grintoso e non riesco a perdere, nemmeno fuori dal campo, nemmeno durante una partita a carte.”

“Il mio obiettivo? Vincere! Vincere il più possibile, arrivare sempre più in là. Mi aspetto grandi risultati, la squadra è forte. Voglio crescere individualmente sono dell’idea che non si smetta mai d’imparare. Per me non è una frase fatta, lo penso realmente, quando si è umili non si smette mai di crescere.  Non vedo l’ora di iniziare”, racconta,  “7 mesi senza fare ciò che si ama sono lunghi, ho proprio una voglia infinita di giocare, di tornare ad allenarmi, di conoscere i miei compagni e conoscere tutto l’ambiente biancorosso.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento