rotate-mobile
Basket

Salvemini: «Ce la metteremo tutta, perché società e tifosi meritano di raggiungere i playoff». VIDEO

Il tecnico della Bakery elogia i suoi ragazzi e si proietta sulla sfida decisiva di domenica a Caserta. «Ci giochiamo una finale, l'aspetto mentale sarà determinante»

Un’annata non semplice, in cui però società, staff e giocatori hanno mostrato resilienza e grande capacità di reagire. Così la Bakery ha raggiunto l’obiettivo salvezza a tre giornate dalla fine del campionato e ora ha deciso di puntare ancora più in alto. Quando mancano 40 minuti al termine della regular season i biancorossi sono qualificati per i playoff: resta un ultimo tassello da aggiungere a uno splendido puzzle, la sfida di domenica in casa di Caserta già retrocessa. Ma attenzione, perché se Piacenza attraversa un periodo brillante, con sette vittorie nelle ultime otto gare, la Paperdi non è da meno, ha vinto quattro delle ultime sei partite battendo in trasferta Sant’Antimo, formazione appaiata alla Bakery in classifica.

Coach Salvemini, la tua è una squadra che non si accontenta mai. Festeggiata la salvezza avete abbassato la testa puntando al nuovo obiettivo playoff: a una partita dal termine della stagione regolare dipende tutto da voi.

«Innanzitutto bisogna fare i complimenti ai ragazzi che sono stati straordinari. Grazie al lavoro e alla condivisione degli obiettivi ci troviamo a poter acciuffare un sogno; dipenderà da noi e da cosa riusciremo a esprimere nell’ultima giornata. Siamo stati bravi a cambiare in corso d’opera quelli che erano i nostri traguardi, perché ci siamo sempre detti di non fare voli pindarici e di guardare giornata per giornata quello che riuscivamo a conquistare. Questo fino a oggi ha pagato, ma dobbiamo essere consapevoli che domenica non sarà semplice; comunque noi dobbiamo essere contenti e soddisfatti di quello che abbiamo fatto fino a questo momento. La scorsa settimana insieme al nostro pubblico abbiamo giocato una gara straordinaria con Fiorenzuola, dobbiamo farne una ancora migliore per vincere a Caserta. Ce la metteremo tutta perché società e tifosi meritano di conquistare questo traguardo».

A guardare la classifica ci si potrebbe illudere perché Caserta è il fanalino di coda e non ha più obiettivi. Invece arriva da due successi consecutivi e nell’ultima sfida ha superato Sant’Antimo che è pari a voi in classifica. Chi pensa che sarà una passeggiata forse è meglio che stia a casa.

«Questo sicuro, perché Caserta ha uno dei roster oggi migliore del nostro girone. Hanno registrato tanti cambiamenti e ora dispongono di una formazione validissima, lo hanno dimostrato domenica a Sant’Antimo e sette giorni prima avevano battuto Rieti. E’ una squadra di grande talento tecnico e fisico e giocheremo in un palazzetto pieno e in una piazza storica del basket italiano, con un pubblico molto caloroso e corretto. Per noi è una finale, dobbiamo essere soddisfatti di poterla giocare, faremo di tutto per raggiungere un risultato straordinario rispetto agli obiettivi di inizio stagione, perché non dobbiamo dimenticarci da dove siamo partiti».

Arrivate da una serie di sette vittorie nelle ultime otto gare. In questi giorni è più importante lavorare sulla testa o sull’aspetto tecnico e tattico?

«Siamo una squadra cresciuta giornata dopo giornata con l’impegno, il lavoro e la disponibilità dei ragazzi. Oggi abbiamo delle situazioni consolidate e le vittorie danno convinzioni e unioni ancora maggiori. Adesso l’aspetto fisico è importante, ma senza dubbio quello mentale è determinante; ci attende una gara da dentro e fuori, sono le partite belle per cui uno lavora tutta una stagione».

Se due mesi fa ti avessero detto che all’ultima giornata ti saresti giocato i playoff cosa avresti pensato?

«Molte cose potevano non dipendere da noi, ma su questi giocatori e su questo ambiente ci avrei scommesso. Avrei detto che ci provavamo e probabilmente potevamo riuscirci».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvemini: «Ce la metteremo tutta, perché società e tifosi meritano di raggiungere i playoff». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento