Venerdì, 12 Luglio 2024

Salvemini è pronto a vestirsi da sprinter. «Pochi giorni per conoscere la squadra, ma ci faremo trovare pronti». VIDEO

Presentazione ufficiale del nuovo tecnico della Bakery. «Mi attendo un campionato di spessore sia dal punto di vista tecnico sia fisico»

Ci sono anche i tifosi a seguire l’allenamento che Giorgio Salvemini dirige al PalaBakery. Vogliono salutare il nuovo tecnico biancorosso e mostrare il proprio sostegno a un allenatore che avrà solo una decina di giorni (il campionato inizia l'1 ottobre) per plasmare a proprio piacimento la squadra prima del via. Resta a lungo a parlare con il gruppo in cerchio l’allenatore, poi si presenta per la prima intervista ufficiale in maglia Bakery.

Cosa ti ha convinto a venire a Piacenza e quali sono gli obiettivi che ti sei posto?

«L’entusiasmo mio e della proprietà che ho trovato quando sono arrivato è stato fondamentale per la mia decisione. Tutti ingredienti di spinta e grande motivazione; poi parliamo di una realtà che ha una storia e una tradizione importanti, un club strutturato che staziona ai vertici del basket italiano. Sono stimoli che dovremo cavalcare durante tutta la stagione».

Che squadra hai trovato?

«La sto conoscendo, è successo tutto in un tempo brevissimo. Devo percepire, conoscere e capire anche io tante dinamiche e tanti equilibri su cui lavorare».

La Serie B è una categoria che hai frequentato a lungo anche se in realtà con la ristrutturazione dei tornei quest’anno cambia un po’ tutto. Cosa ti aspetti?

«Fondamentalmente è una B di alto profilo, mi attendo un campionato di spessore sia dal punto di vista tecnico sia fisico, con allenatori e staff molto preparati. Dovremo lavorare tanto, creare identità e coesione di squadra; ci saranno molti momenti in cui sarà fondamentale appoggiarsi a valori che il gruppo dovrà avere. Ho trovato ragazzi con etica del lavoro e grande disponibilità, ma fare valutazioni oggi per me è prematuro».

Arrivi a dieci giorni dall’inizio del campionato, devi fare tutto molto velocemente.

«E’ una situazione particolare, ma ci siamo calati tutti quanti in questa realtà e stiamo cercando di accelerare i processi di conoscenza per soddisfare le necessità che possono verificarsi in questo momento specifico».

Video popolari

SportPiacenza è in caricamento