menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gabriele Ceccarelli, alla sua prima stagione in casa Assigeco

Gabriele Ceccarelli, alla sua prima stagione in casa Assigeco

Ceccarelli: «La mia Assigeco è pronta, in casa non vogliamo fare feriti». VIDEO

Il tecnico anticipa l'avvio stagionale della sua squadra, domenica impegnata al PalaBanca con Ravenna. «Affrontiamo una corazzata, ma l'obiettivo è provare a vincere ogni gara»

«In casa nostra non vogliamo fare feriti, puntiamo a vincere ogni gara». Lo ripete come un mantra Gabriele Ceccarelli, tecnico dell’Assigeco che domenica al PalaBanca nella giornata di esordio si troverà di fronte Ravenna, sulla carta una delle corazzate del campionato. La sua squadra ha obiettivi meno ambiziosi, ma ha tutte le intenzioni di dare battaglia dal momento in cui entrerà negli spogliatoi. D’altronde è questa la filosofia chiesta dal coach fin dal primo giorno, come dimostra la durissima presa di posizione pubblica arrivata dopo l’amichevole con Omegna in cui i suoi ragazzi non lo avevano soddisfatto come atteggiamento. 

Mancano pochissimi giorni al via del campionato, in che condizioni vi presentate?

«Siamo pronti. In queste sei settimane abbiamo lavorato duramente, adesso dobbiamo scendere in campo e dimostrare tutto quello che possiamo fare».

Questo precampionato cosa ha detto della nuova Assigeco? Cosa sta funzionando meglio e cosa invece deve essere sistemato, come è normale che sia in questo periodo?

«La nota positiva è la voglia di cercarsi e trovarsi, a volte addirittura eccessiva, il gruppo è compatto e punta a giocare d’insieme. Bisogna migliorare sia in attacco sia in difesa come conoscenza reciproca; solo il tempo potrà darci una mano, ma da parte nostra abbiamo l’obbligo di velocizzare questo processo».

Che tipo di precampionato avete disputato? Sei soddisfatto o ti attendevi qualcosa in più dalla tua squadra?

«Il voto è sufficiente. Assegno un 6, si può sempre fare meglio ma noi siamo una squadra nuova che ha avuto problemi dall’inizio e siamo stati costretti a fare i conti con un periodo difficile sia dal punto di vista psicologico, a causa dell’infortunio di Stefano Bossi, sia da una settimana di buco causata dal problema di Murry e di Vangelov in nazionale. Siamo un po’ indietro per questo motivo, dobbiamo recuperare al più presto perché domenica si inizia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento