Questo sito contribuisce all'audience di

Ceccarelli fra l'amarezza attuale e bei ricordi: «Con l'Assigeco è stato un bel percorso. Ma da qualcuno mi aspettavo reazioni differenti»

L'ex tecnico biancorossoblù dopo l'esonero. «Il momento più bello? La salvezza dell'ultima stagione ottenuta con un gruppo di grandi uomini. Ma era l'anno scorso»

Gabriele Ceccarelli è rimasto una stagione e mezza sulla panchina dell'Assigeco

Il giorno dopo, Gabriele Ceccarelli è a Rimini. «Niente di particolare, il lunedì sono sempre qui» spiega l’ormai ex tecnico dell’Assigeco. «Tornerò a Piacenza nei prossimi giorni a prendere le mie cose» e probabilmente saluterà tutti quelli (e sono tanti) che in queste ore lo hanno chiamato e gli hanno scritto per mostrargli la propria vicinanza dopo l’esonero dalla panchina biancorossoblù.

Non si può dire che la decisione della società sia stata un fulmine a ciel sereno, da più parti si era detto che quella con Roseto sarebbe stata probabilmente una partita decisiva, ma Ceccarelli vuole allargare il discorso. «Dopo la brutta figura con l’Urania di metà settimana a livello personale mi aspettavo una reazione più morale che tecnica, ero convinto che a Roseto ci sarebbe stata una risposta da parte del gruppo. E in effetti l’ho avuta, ma contraria alle mie aspettative».

L'allenatore non usa mezzi termini. «Se subisci 88 punti da una squadra di ragazzi ci vedo poco di tecnico, ma molto di morale e umano». Quindi prosegue: «Io quando mi alzo la mattina posso guardarmi allo specchio, spero possano farlo tutti».

Logico che in un momento simile prevalga l’amarezza, ma questo non fa dimenticare a Ceccarelli la stagione e mezza trascorsa sulla panchina di Piacenza che ha salvato l’anno scorso e ha portato solo pochi mesi fa alla Final Eight di Coppa Italia. «Fino a 10 giorni fa è stato un percorso ricco di soddisfazioni, non dimentichiamoci che recentemente abbiamo vinto con Verona e superato Imola di 20 punti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E allora da quando è cambiata la situazione? «Dal mercato di gennaio. Cercavamo qualcuno che garantisse una spinta anche a livello morale e invece non siamo riusciti a centrare l’obiettivo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia - Piacenza sconfitto 1-2, il Teramo sbanca il Garilli senza fatica

  • Piacenza, male la prima. Il Teramo domina, biancorossi fuori dalla Coppa e con dei problemi da risolvere

  • Il Piacenza chiude il precampionato con un pareggio contro la Virtus Verona. Cosa va e cosa non va

  • Piacenza-Virtus Verona: 1-1, a Siani risponde Bridi

  • La Gas Sales Bluenergy va a singhiozzo, Padova vince 3-1. Biancorossi fuori dalla Coppa Italia

  • Gardini: «Amareggiato per la situazione, ma sono certo che la Gas Sales Bluenergy farà una grande annata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento