menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gabriele Ceccarelli inizia la sua seconda stagione alla guida dell'Assigeco

Gabriele Ceccarelli inizia la sua seconda stagione alla guida dell'Assigeco

Ceccarelli e l'Assigeco pronti all'esordio: «Sensazioni positive, in casa dobbiamo vincere tutte le partite». VIDEO

Domenica alle 18 arriva Mantova al PalaBanca. Il tecnico dei piacentini: «Udine, Forlì e Verona favorite per il campionato, alle spalle un gruppo numeroso che comprende anche noi»

Come state in questo momento? Durante la fase di preparazione avete dovuto recuperare Ihedioha, poi in qualche occasione siete stati costretti a fare a meno degli statunitensi, ora come vi presentate al via del campionato?

«Ci siamo. Non abbiamo scuse, precauzionalmente quando è stato necessario abbiamo tenuto a riposo i giocatori che non erano al top, ma adesso si gioca».

Partiamo da Mantova, che partita e che avversaria vi aspettate?

«Una formazione tostissima, sulla falsariga di quella dello scorso anno. Ha giocatori di talento e di garra a iniziare dall’argentino Ghersetti che guida la pattuglia. E’ una squadra che per me arriverà molto in alto, un primo test molto difficile ma noi giochiamo in casa e non vogliamo guardare in faccia a nessuno, sul nostro campo dobbiamo vincere tutte le partite».

Ci fai la griglia di questo campionato? Quali sono le squadre più accreditate e quelle che invece saranno alle spalle delle migliori?

«Tutti sono concordi nel ritenere Udine, Forlì e Verona in grado di giocarsi le prime tre posizioni. Dietro di loro un gruppo che avrà come obiettivo l’ingresso nei play off fra cui Mantova e Ferrara che stanno facendo molto bene in preseason, poi Ravenna, l’Assigeco, Montegranaro, le neopromosse come San Severo e Caserta. E’ un girone difficile, la stessa Imola che era accreditata come una delle meno pronte ha disputato una fase di preparazione spettacolare. Non ci si può rilassare, dobbiamo concentrarci solamente su noi stessi sapendo che se daremo il massimo in ogni gara potremo toglierci delle soddisfazioni».

Sarà una Assigeco diversa rispetto all’anno scorso perché differenti sono molti dei protagonisti: cosa non dovrà mancare alla tua squadra che già avevate nell’ultima stagione?

«L’entusiasmo e la voglia di restare uniti nei momenti difficili. Dovremo fare gruppo in ogni occasione, soprattutto quando le cose non andranno bene»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento