menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo spettacolo offerto dal PalaDozza

Lo spettacolo offerto dal PalaDozza

Assigeco sconfitta a Bologna 76-70, adesso si gioca tutto in una partita

Alla formazione di Riva non basta una grandissima partenza. Bergamo vince ancora, per evitare i play out domenica prossima serve un successo contro Ferrara

L’Assigeco Piacenza, come con Trieste, gioca un primo quarto stratosferico contro Bologna (9-28) poi cede alla distanza. La Fortitudo si impone col punteggio finale di 76-70 e il contemporaneo successo di una scatenata Bergamo in casa di Ravenna costringe i biancorossoblù a vincere ad ogni costo domenica prossima contro la Bondi Ferrara per evitare lo spauracchio playout.

LA CRONACA – Inizio di gara deciso da parte dell’Assigeco che si porta subito sul 2-9 dopo 2’ grazie alla tripla di Sanguinetti e ai canestri di Amoroso e Arledge. Piacenza, grazie ad una difesa granitica, allunga sul +16 (2-18 al 6’) lasciando la Fortitudo a soli 2 punti realizzati nei primi 6 minuti di gioco. Le stratosferiche percentuali da tre punti dei biancorossoblù (4/5) fanno volare i ragazzi di coach Riva sul +18 (7-25 al 9’) con Bologna che fatica a controbattere. Il primo quarto si conclude con l’Assigeco in vantaggio 9-28, grazie all’appoggio sulla sirena di Oxilia. Al rientro in campo la Fortitudo piazza subito un parziale di 8-0 che costringe coach Riva a chiamare timeout. Ci pensa Oxilia con 7 punti a ristabilire le distanze (21-35 al 15’). Mancinelli e Cinciarini guidano la riscossa della Fortitudo che va all’intervallo lungo sul -3 (39-42).

Due triple di Reati e una poderosa schiacciata di Arledge in contropiede riportano in quota l’Assigeco che ritrova il vantaggio in doppia cifra (43-53 al 24’). Coach Pozzecco striglia i suoi che rientrano nuovamente in partita ritrovando il -1 sull’asse Okereafor-Pini (54-55 al 27’). A complicare ulteriormente i piani dell’Assigeco ci si mette anche un fallo antisportivo fischiato a Guyton che consente ai padroni di casa di trovare il primo vantaggio della partita (56-55 al 28’). Dopo 30’ la Fortitudo è avanti 59-57.

Bologna allunga ulteriormente all’inizio dell’ultima frazione sfruttando un parziale di 6-0 firmato Amici e Fultz (65-57). Piacenza continua a lottare su ogni pallone trovando la forza di riportare tutto in parità a quota 68 a 2’ dalla sirena finale, grazie al layup di Reati. Negli ultimi minuti la freddezza ai liberi dei fortitudini e le conclusioni sbagliate da Sanguinetti e Reati condannano definitivamente l’Assigeco. Finisce 76-70 per la Fortitudo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento