menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cesare Riva, tecnico dell'Assigeco

Cesare Riva, tecnico dell'Assigeco

L'Assigeco vuole chiudere il discorso salvezza in casa di Forlì

Piacenza in campo sabato a caccia della matematica permanenza in Serie A2 che potrebbe arrivare anche in caso di sconfitta se Bergamo fosse battuta da Udine

Ormai manca davvero pochissimo al raggiungimento matematico della salvezza per l’Assigeco Piacenza. I ragazzi di coach Riva potrebbero già chiudere ogni tipo di discorso nella trasferta di sabato (palla a due alle 20.30) in casa dell’Unieuro Forlì, appaiata ai biancorossoblù a quota 22 al quartultimo posto della graduatoria del Girone Est di Serie A2. La salvezza matematica potrebbe arrivare sia in caso di vittoria sia in caso di sconfitta, ma in quest’ultimo caso Bergamo dovrebbe uscire battuta dal confronto con Udine. All’andata l’Assigeco Piacenza si impose col punteggio di 92-83 dopo un tempo supplementare grazie anche ai 23 punti di Guyton e ai 22 punti con 6 triple di Sanguinetti. Entrambe le squadre sono reduci da un buon periodo di forma: l’Unieuro ha strapazzato la Fortitudo Bologna nell’ultima giornata in un derby da sempre sentitissimo, mentre l’Assigeco ha infilato due belle vittorie consecutive con Orzinuovi e Imola.

Coach Valli dispone di un roster insidioso in ogni reparto, senza un unico terminale offensivo ma dove tutti riescono a rendersi pericolosi. L’americano Darryl Jackson, visto con la maglia dell’allora Assigeco Casalpusterlengo nella stagione 2015/2016, è il miglior marcatore dei forlivesi con 17,7 punti di media a partita (41% da tre punti) e sarà sicuramente tra gli osservati speciali della difesa dell’Assigeco. Il playmaker israeliano Yuval Naimy, oltre a essere un temibile realizzatore (15,2 punti di media), è anche uno dei migliori assistman di tutto il girone Est (6,2 assist di media). L’ex Verona Dane Diliegro garantisce solidità e grinta sotto canestro (miglior rimbalzista della squadra con 8,1 rimbalzi di media) integrandosi al meglio con il più tecnico e versatile Riccardo Castelli (anch’egli ex Assigeco). Il quintetto base è completato dall’ex Scandone Avellino, Giovanni Severini, nello spot di ala piccola. Dalla panchina escono le guardie Bonacini e Fallucca, con il giovane italo-senegalese Thiam (classe  ‘98) e Quirino De Laurentiis a dare il cambio ai lunghi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento