Questo sito contribuisce all'audience di

Campanella disegna la sua Bakery: «Voglio una squadra passionale». VIDEO

Presentato il nuovo allenatore della Bakery, che sarà affiancato dal vice Matteo Brambilla con Claudio Coppeta nel ruolo di General manager

Da sinistra: Brambilla, Beccari, Campanella e Coppeta

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Federico Campanella sorride, inizia a conoscere i suoi nuovi tifosi e a prendere confidenza con un ambiente che sarà la sua casa per la prossima stagione. Al fianco si siedono il presidente Marco Beccari e il General manager Claudio Coppeta, che lo riempiono di elogi e spiegano che è stato scelto per guidare la Bakery perché è un tecnico con esperienza ma ancora voglioso di crescere. E soprattutto, capace di lavorare con i giovani.

«Quando mi ha chiamato Beccari – spiega il neo coach biancorosso – ho capito subito che poteva trattarsi di una grande opportunità da prendere al volo. E non appena ne ho avuto l’occasione l’ho fatto. Piacenza l’ho conosciuta solamente da avversario, quando allenavo Cecina e Montecatini, ma non appena il presidente mi ha illustrato il progetto non ho avuto dubbi, perché siamo sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda».

Campanella descrive la Bakery come una società «dotata di un buon background, ma anche ambiziosa e umile. Vogliamo guadagnarci le vittorie e gli applausi del pubblico puntando sul sudore e sul lavoro in palestra. Abbiamo un roster che ha un’età media di 22 anni, ma sono tutti giocatori dotati di ambizione, temperamento e motivazione, come sono io nella vita di tutti i giorni».

Poi descrive come spera che sia la sua squadra: «Voglio un gruppo passionale, anche per le caratteristiche umane e tecniche dei ragazzi che abbiamo scelto e messo insieme. Il carattere dovremo mostrarlo in difesa dal primo all’ultimo secondo, mentre in attacco punteremo su un gioco brillante tenendo alto il ritmo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Dilettanti - Nessuna novità. Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria ripartiranno a febbraio? Il problema è la Terza

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento