rotate-mobile
Basket

Campanella durissimo: «Lunedì mattina in palestra alle 6.30, il giorno di riposo ce lo siamo preso oggi»

Il tecnico della Bakery dopo la brutta sconfitta contro Torino: «Chiedo scusa a chi ha pagato il biglietto per venire a vedere la nostra prova da persone senza attributi e senza carattere»

«Ci metto la faccia, mi assumo le responsabilità perché sono l’allenatore. Stasera c’è solo da scusarsi con chi ha pagato il biglietto per venire a vedere la nostra prova da persone senza attributi e senza carattere». E’ un Federico Campanella durissimo quello che commenta la brutta sconfitta della Bakery di fronte a Torino, un 107-79 senza storia che ha sempre visto avanti i piemontesi.

«Possiamo perdere una partita – prosegue il tecnico dei piacentini – perché Torino è una grande squadra e in ogni ruolo paghiamo chili, centimetri, esperienza e qualità, ma non possiamo chiudere il primo quarto avendo subito 34 punti spendendo solo un fallo. La colpa è mia perché probabilmente non sono stato abbastanza bravo a trasmettere ai miei giocatori la voglia che ho dentro di vincere e di giocare con il coltello fra i denti».

Fatica Campanella a proseguire il discorso. «Sono in difficoltà, perché chi mi conosce sa quale sia il mio carattere. Torino nel primo quarto ha tirato con il 78,6 per cento da tre punti, ma cercare alibi o scuse sarebbe l’errore più grande».

Poi prosegue: «Ho appena comunicato alla squadra che lunedì mattina alle 6.30 faremo allenamento perché il giorno di riposo ce lo siamo preso oggi. Anche per rispetto verso la società, il presidente, i nostri tifosi e chiunque indossi una maglietta biancorossa non ci meritiamo il giorno di riposo. Non credo sia la soluzione, ma un segnale ce lo dobbiamo dare».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campanella durissimo: «Lunedì mattina in palestra alle 6.30, il giorno di riposo ce lo siamo preso oggi»

SportPiacenza è in caricamento