menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Appling al suo esordio nel campionato italiano contro Imola

Appling al suo esordio nel campionato italiano contro Imola

Bakery, è l'occasione da non perdere: contro Cagliari in palio punti vitali per la salvezza

Scontro diretto in casa dei sardi, si gioca domenica alle 16. Piacenza deve assolutamente interrompere la serie negativa che dura da due mesi

Il momento negativo continua in casa biancorossa. Nonostante l’arrivo di Appling e una partita tutto cuore ed energia, la truppa diretta da coach Gennaro Di Carlo non ha saputo invertire il trend che la vede sconfitta da otto turni, ed ha ceduto il passo ad Imola per 77-83. Per la Bakery però c’è subito l’opportunità per rifarsi, in trasferta, e contro una diretta rivale nella lotta salvezza. Domenica pomeriggio, al PalaPirastu di Cagliari, alle 16.00, andrà in onda un Hertz Cagliari-Bakery Piacenza carico di tensioni ed aspettative.

La situazione delle due compagini non è sicuramente brillante perché se Piacenza non trova il successo da due mesi, Cagliari ne ha colto solo uno nelle ultime cinque uscite. Una vittoria però, tanto a sorpresa quanto pesante nell’ottica classifica perché i rossoblù dopo il successo in casa di Udine si sono arrampicati fino al 13esimo posto che vale la salvezza immediata senza passare dal playout. Per passare in terra sarda alla Bakery servirà la consueta circolazione di palla (seconda nel girone est per assist, 18.9) e una buona prestazione con il tiro pesante (37% da tre in stagione). La Hertz, di contro, dovrà sfruttare la propria fisicità, la grande attitudine a rimbalzo (37 di squadra, di cui 9.7 offensivi) e la vena realizzativa dei propri giocatori americani: Miles Jr e Johnson. Oltre a loro due, i biancorossi dovranno fare attenzione al supporting cast di coach Iacozza che è di assoluto livello.

Una partita decisiva per i bassifondi della classifica che la Bakery potrà affrontare con un Keith Appling finalmente inserito nel motore.

«Ho scelto di venire a giocare in Italia - spiega il play-guardia statunitense - ed in particolare alla Bakery, dopo tanti anni in America, perché mi hanno parlato di una società solida e di un campionato che si gioca su livelli alti. La partita della settimana scorsa contro Imola, nonostante la sconfitta, è stata molto esaltante e stare sul parquet a lottare con i miei compagni è stato emozionante e divertente. Il rapporto che ho con loro sta migliorando giorno dopo giorno, e non vedo l’ora di tornare a giocare nella trasferta di Cagliari».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento