menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione del Memorial Saitta. Da sinistra: Bulla, Beccari, Zeni e Veneziani

La presentazione del Memorial Saitta. Da sinistra: Bulla, Beccari, Zeni e Veneziani

Basket in carrozzina - Il Memorial Saitta al PalaBakery

Sei squadre, oltre 100 atleti, due giorni intensissimi di battaglie a canestro. Tanto sport ma anche una grande opera di sensibilizzazione al Memorial Saitta che sabato 17 e domenica 18 ottobre vivrà al PalaBakery la settima edizione. In campo sei...

Sei squadre, oltre 100 atleti, due giorni intensissimi di battaglie a canestro. Tanto sport ma anche una grande opera di sensibilizzazione al Memorial Saitta che sabato 17 e domenica 18 ottobre vivrà al PalaBakery la settima edizione. In campo sei formazioni di basket in carrozzina, tutte impegnate nel prossimo campionato di Serie B: dai padroni di casa del Bulla Villanova (detentori del trofeo) passando per Olympic Verona, Genova, Omal Icaro Brescia, Pro Sbs Special Bergamo e Pmt Torino. Si inizia sabato mattina alle 9.30 per terminare alle 17 con l’ultima gara del girone eliminatorio. Domenica di nuovo in campo dalle 9.30 con le semifinali, mentre alle 13 si giocherà la gara per il quinto posto, alle 14.30 quella per il terzo e alle 16 la sfida che assegnerà il trofeo in memoria del dottor Saitta, ricordato durante la presentazione da Valter Bulla come «una persona speciale, che ha curato molti degli attuali atleti del basket in carrozzina di Villanova. Sono ragazzi che personalmente conosco da 35 anni, da quando gestivo il bar del centro; allora quando uscivamo insieme dovevamo fare i conti con qualche sguardo non troppo benevolo. Adesso per fortuna le cose sono cambiate».
Tanto che la formazione piacentina, attesa dall’esordio in campionato del 22 novembre, ha trovato immediata ospitalità nella casa del Bakery. «Diamo sostegno al basket in tutte le sue forme - spiega il presidente Marco Beccari - ed è importante perché l’interesse continua ad aumentare. Lo dimostrano i nostri tifosi, sono fantastici e sabato ci hanno preparato uno striscione incredibile, in grado di dare l’idea della passione che si sta creando».

Il messaggio di Beccari arriva forte e chiaro, ed è di quelli che merita di essere evidenziato: «Il basket in carrozzina qui da noi può fare quello che vuole e quando vuole. Vorremmo anche che alcuni atleti possano incontrare i ragazzi delle giovanili per parlare delle loro esperienze di vita».
Un primo contatto potrebbe esserci già sabato e domenica, quando l’ingresso libero ha come obiettivo quello di avvicinare il maggior numero possibile di spettatori agli incontri del Bulla basket. «Vogliamo far capire che lo sport per disabili è alla pari di quello dei normodotati» chiariscono in coro il capitano Giovanni Zeni e l’accompagnatore-speaker Raffaele Veneziani. Sabato e domenica avranno una bella vetrina tutta da sfruttare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento