menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Infante (f. bakerybasket.it)

Francesco Infante (f. bakerybasket.it)

Basket - Bakery travolgente con Torino

Non c’è mai un dubbio che la sfida fra Bakery e Torino possa essere in equilibrio. I piacentini mettono le cose in chiaro fin dalla palla a due, fanno la voce grossa dai primissimi minuti e zittiscono ben presto un Cus balbettante...


Non c’è mai un dubbio che la sfida fra Bakery e Torino possa essere in equilibrio. I piacentini mettono le cose in chiaro fin dalla palla a due, fanno la voce grossa dai primissimi minuti e zittiscono ben presto un Cus balbettante. Dopo la vittoriosa trasferta di Rimini la squadra di Bizzozi si ripete anche al PalAnguissola, facendo dimenticare l’ultima apparizione casalinga con la gara sospesa a causa dei due tabelloni mandati in frantumi. Troppo netto il divario fra compagini con qualità tecniche e obiettivi differenti per sperare in una gara equilibrata, così Piacenza che domina e rimane avanti per tutto l’incontro.

TRAVOLGENTE - Che non sarà giornata per Torino si capisce fin dal primissimi scambi. Innanzitutto gli ospiti si rivelano incredibilmente imprecisi al tiro, anche quando le conclusioni sono di una semplicità disarmante. Ma a travolgere i piemontesi è il treno guidato da Gasparin: nel 12-2 iniziale che fa barcollare gli ospiti 11 punti sono suoi, con tre triple che scavano un solco praticamente impossibile da eliminare. Così la formazione di Bizzozi non risente nemmeno dello scarsissimo minutaggio concesso a Soragna, gravato di due falli dopo pochi minuti, sostituito da Fin e rimasto seduto in panchina per oltre un quarto e mezzo. Il tecnico del Bakery concede spazio a quasi tutta la rosa senza che il vantaggio venga intaccato: i 15 punti alla prima sosta, quando Piacenza doppia i torinesi, rimangono immutati anche al cambio di campo.

GESTIRE - In teoria il Bakery potrebbe anche gestire il risultato, ma congelare il punteggio non è una caratteristica nel dna di questa squadra. Viaggia sempre a mille la formazione di Bizzozi e per questo perde anche un paio di palloni che potrebbe gestire meglio. Ma nulla di cui preoccuparsi minimamente, anche perché la coppia Sanguinetti (che fa impazzire la difesa avversaria)-Gasparin continua a martellare e proprio un coast to coast del numero 11 biancorosso vale il 56-34 che toglie ulteriore ossigeno a una Torino sempre più in affanno. La partita è finita da un pezzo e Piacenza inizia anche a tirare il fiato, anche se piazza ancora qualche guizzo per ricevere gli applausi del PalAnguissola prima dell’eloquente 96-60 conclusivo.

BAKERY – CUS TORINO 96-60
(30-15, 46-31, 69-43)

BAKERY: Sanguinetti 16, Soragna, Gasparin 22, Infante 20, Magrini 17, Meschino 2, Cuccarese 6, Billi, Bianchi 2, Fin 11. All. Bizzozi
CUS TORINO: Chiotti 15, Dello Iacovo 19, Maino 8, Crespi 2, Pappalardo 6, Russano 4, Bianco 6, Bianchelli, Fantolino, Terenzi. All. Arioli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento