Questo sito contribuisce all'audience di

Basket - Bakery: resa dei conti a Tortona

Vincere in casa contro Derthona per salutare al meglio i propri tifosi nell’ultima partita dell’anno era l’obiettivo minimo di questa Pallacanestro Piacentina, vincere la “bella” a Tortona vorrebbe dire regalarsi un sogno molto più grande. Gara 2...

Basket - Bakery: resa dei conti a Tortona - 1
Vincere in casa contro Derthona per salutare al meglio i propri tifosi nell’ultima partita dell’anno era l’obiettivo minimo di questa Pallacanestro Piacentina, vincere la “bella” a Tortona vorrebbe dire regalarsi un sogno molto più grande. Gara 2 al Palanguissola ha dimostrato che nulla è impossibile per questa squadra che, dopo aver subito l’inizio della squadra piemontese, ha giocato un terzo quarto di livello superiore alla categoria che avrebbe “ucciso” qualsiasi avversario. Qualsiasi, sì, ma non Derthona che una volta tramortito e sotto di venti punti ha avuto la forza di riavvicinarsi fino a 4 punti quando mancavano pochi secondi alla fine. Palla a due questa sera alle 21.15. “Credo che la partita a quel punto – attacca coach Coppeta – fosse già dalla nostra parte, ma il segnale è stato importante in vista di gara 3, ossia mai dare per vinta una partita contro una squadra di spessore e qualità come Derthona che non ha vinto per caso la regular season”.

Un inizio difficile, poi la sua squadra si è liberata della tensione giocando un quarto pauroso.
“All’inizio avevamo ancora la tensione della non prestazione di gara 1 da toglierci di dosso. Abbiamo subito troppo gli attacchi di Derthona ma siamo stati bravi a non farci staccare troppo. All’intervallo li ho guardati negli occhi ed ho capito che il peggio era alle spalle. Ed in effetti da lì in poi è cambiata la musica”.

Con sole 24 ore di riposo cosa si può fare?
“Recuperare soprattutto energie nervose. Qualcosa rivedremo a livello tattico, ma ora conta soprattutto la voglia di vincere la partita. In una partita secca finale conta soprattutto la testa”.

Un’altra bella serata di pallacanestro a Piacenza.
“L’obiettivo di chiudere in bellezza in casa era soprattutto per ringraziare il nostro splendido pubblico che anche contro Tortona ha dimostrato di essere il nostro valore aggiunto”.

Per gara 3 prevista una temperatura più “umana” in quel di Tortona.
“Nessuna scusa e nessun alibi. Per vincere come ho già detto ci vorrà la voglia di farlo di tutti i miei giocatori nessuno escluso. A noi interessa solamente quello che accade all’interno del parquet, fuori non devono essere problemi nostri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento