Questo sito contribuisce all'audience di

Basket - Bakery, con Trecate è una passeggiata

Se Trecate non ha nemmeno un punto in classifica un motivo ci sarà. Il primo è l’enorme difficoltà a trovare la via del canestro, sia dalla media sia dalla lunga distanza. Il Bakery conosce il valore dell’avversario e ha...

Francesco Infante


Se Trecate non ha nemmeno un punto in classifica un motivo ci sarà. Il primo è l’enorme difficoltà a trovare la via del canestro, sia dalla media sia dalla lunga distanza. Il Bakery conosce il valore dell’avversario e ha il grande merito di non abbassare mai la guardia, confermando sul campo la grande differenza esistente in classifica. Non c’è mai partita, dal primo minuto fino all’ultimo istante, con la sfida che viene vivacizzata solamente dall’entusiasmo dei bambini del minibasket del Bakery presentati uno a uno durante l’intervallo.
Per il resto l’incontro offre poco, ovviamente per colpa di Trecate che non riesce a mettere in campo una pallacanestro accettabile per la categoria. In avvio gli ospiti ci provano con il tiro da tre ma sono troppo imprecisi, così l’azione di Gasparin che vale 3 punti (fra conclusione e tiro libero guadagnato) regala il 15-4 ai padroni di casa. Nemmeno il time out ha l’effetto di svegliare gli avversari, anche se dopo una lunga astinenza i piemontesi riescono almeno a trovare qualche canestro. Poca cosa e la nuova tripla di Gasparin vale il 25-12, con Piacenza che al termine del primo quarto ha doppiato gli avversari: 30-15.
Infante è scatenato e chiuderà il primo tempo con 17 punti e 7 rimbalzi, Bizzozi ne approfita per far ruotare i suoi giocatori anche se tiene a lungo in campo l’ossatura della squadra. A metà del secondo quarto Sanguinetti trova il 40-16 che conferma l’enorma divario esistente tra le due formazioni mentre Trecate continua ad avere grossissime difficoltà a trovare la via del canestro, tanto che in due occasioni consecutive delle conclusioni neppure troppo difficili non arrivano nemmeno al ferro.
Dopo aver dominato la prima metà gara i padroni di casa abbassano il ritmo ma nessuno se ne accorge, perché gli avversari non riescono comunque a reggere il passo. E Piacenza prova comunque a tenere viva la gara con qualche sprazzo di bel gioco, come la circolazione di palla che porta Sanguinetti alla tripla del 56-30 su cui anche un imperturbabile Bizzozi si lascia andare a un applauso.
Ci sarebbe ancora un quarto da giocare, ma ormai tutto è deciso da tempo. Però il tecnico biancorosso riesce comunque a rendere interessante anche l’ultimo quarto con l’ingresso in contemporanea di Derba (classe 1997) e Bianchi e il canestro, festeggiatissimo, del numero 25.
Bakery-Trecate 78-46
(30-15, 49-28, 65-37)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento