menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Basket - Attenta Assigeco, Forlì brutto cliente - 1

Basket - Attenta Assigeco, Forlì brutto cliente - 1

Basket - Attenta Assigeco, Forlì brutto cliente

Assigeco Piacenza che torna al PalaBanca domenica pomeriggio (palla a due alle 18) per affrontare l’Unieuro Forlì, ancora fuori - in recupero - Matteo Formenti mentre tutti gli altri sono a disposizione di coach Andreazza che inquadra così la...

Assigeco Piacenza che torna al PalaBanca domenica pomeriggio (palla a due alle 18) per affrontare l’Unieuro Forlì, ancora fuori - in recupero - Matteo Formenti mentre tutti gli altri sono a disposizione di coach Andreazza che inquadra così la prossima gara.
«La mia squadra arriva a questa importantissima sfida carica e rinvigorita dai due successi consecutivi in trasferta. Stiamo crescendo come qualità offensiva, spaziature e collaborazioni ma soprattutto sta crescendo la condizione di molti giocatori e l'autostima di tutti perché, si sa, le vittorie aiutano tutti e tutto anche se, ripeto, sempre i ragazzi si erano ritrovati in palestra con voglia e determinazione, anche dopo le prime due sconfitte. Domenica incontreremo una squadra molto forte - prosegue Andreazza con un grande seguito di tifosi. Loro hanno mantenuto il nucleo che ha vinto la serie B lo scorso anno aggiungendo due americani di assoluto valore, un giovane interessante come Paolin e altri elementi esperti della categoria Pierich in primis e quindi dovremo fare grandissima attenzione a tutte le loro situazioni tattiche e alle caratteristiche individuali dei loro punti di forza tutto ciò con la durezza mentale e fisica che è stata comunque una costante di queste nostre prime 4 partite».

Parla così, invece, la guardia Stefano Borsato: «Domenica torniamo a Piacenza e abbiamo altra partita dura, come del resto lo sono state un po' tutte, quest'anno. Dobbiamo riuscire a continuare a lavorar bene come abbiamo fatto nelle ultime 3 settimane, senza rilassarci per il fatto che abbiamo vinto 2 partite in trasferta ed essere concreti anche in casa, cosa che ci è riuscita meno all'esordio al Palabanca. Prima pensiamo a noi, come formazione, poi ci concentreremo su Forlì, che ha iniziato bene ed è brava a vincere le partite sul finale; questo significa che hanno dei punti forti, dove si sentono sicuri, e nel momento di difficoltà riescono ad usare questa loro forza. Mi aspetto molta nostra gente, al Palabanca, come pure molti tifosi da Forlì: ci dà entusiasmo e carica poter giocare davanti ad un pubblico numeroso e caloroso. Io ho giocato da gennaio 2011 a giugno 2013 nella squadra avversaria, nel 2013 siamo arrivati ai playoff, conosco bene il clima: a Forlì sono tutti molto appassionati ed attaccati al basket come sport».


Chiude la serie di interventi il direttore sportivo Dante Anconetani: «Due partite perse e due vinte: diciamo che se mi avessero detto che finivamo con 4 punti in classifica dopo tre partite fuori e solo una in casa, ci avrei messo la firma. Bisogna fare i complimenti ai ragazzi e allo staff per come hanno gestito quel momento delicato dopo le prime due sconfitte; sono stati fantastici, soprattutto ad Ancona, contro Recanati, dove hanno dimostrato di essere una grande squadra. Ora però non bisogna pensare più a quello che si è fatto e concentrarsi su Forlì, che coincide con la seconda partita casalinga davanti al nostro pubblico».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento