Basket

Basket - Assigeco Piacenza, niente da fare: al PalaBanca passa Jesi

Non riesce l'operazione aggancio a Piacenza. Jesi passa al PalaBanca con merito, trascinata dalla classe di Green (13 punti, 10 assist) e dai punti dell'ex Hasbrouck (22). L'Assigeco parte sotto sin dalle prime battute e resta sotto con un margine di dieci e più punti per quasi tutta la gara. Un andamento che non ammette repliche e che ha fatto pensare alla possibilità di aggancio solo nel terzo quarto, quando  il parziale di 6-0 tutto ad opera di Alredge (15 punti, 8 rimbalzi) aveva riportato sotto Piacenza fino al meno quattro (35-39). Il divario tra le due squadre è andato incrementandosi per la differenza nei tiri da tre punti (4 su 23 i padroni di casa contro i 16 su 32 di Jesi). Come ha chiarito coach Zanchi a fine gara «la partenza a handicap ha poi pesato su tutto il resto della partita come un macigno, siamo stati forse ipnotizzati dai loro due americani».

PRIMO TEMPO: E' un avvio da dimenticare per l'Assigeco e per capirlo basta osservare il volto di coach Zanchi. I marchigiani difendono con la giusta aggressività e si affidano alle mani di Green che, quando non va a canestro direttamente, innesca i compagni con assist che tagliano come burro la difesa piacentina. I biancorossoblù forzano le soluzioni e i punti faticano ad arrivare, ragione per cui quando terminano i primi dieci giri di lancette la distanza tra le due squadre è di 10 punti a vantaggio degli ospiti. Le difficoltà restano anche in avvio di secondo quarto, con Jesi che si spinge sino al più quattordici (17-31). I primi punti di Guyton e la grinta di Infante provano a riportare sotto Piacenza, ma poco possono contro le giocate di Green e compagni. Sulla tripla di Reati prima del riposo lungo viaggiano tre punti, ma anche le speranze biancorossoblù di raddrizzare una prima parte di gara stonata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket - Assigeco Piacenza, niente da fare: al PalaBanca passa Jesi
SportPiacenza è in caricamento