rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Basket

Voskuil dice 33, ma alla Bakery non basta. Piacenza ko con Verona

I biancorossi partono male, recuperano ma non riescono a rispondere all'ultimo allungo degli ospiti

La seconda sconfitta consecutiva della Bakery arriva sul proprio parquet per opera di Verona. Ed è un kappaò che pesa, perché giunto contro una squadra del proprio livello e perché fa seguito ad una prestazione non proprio confortante sul campo di Forlì. Quella che poteva e doveva essere la partita del riscatto immediato non la è stata. Complice anche un inizio a handicap (sotto di 12 lunghezze in avvio di secondo quarto), al quale fa seguito il recupero che consente di chiudere la metà gara avanti di uno. A cavallo del terzo e quarto parziale Ferguson diventa una sentenza: Verona va sul più nove e ci vuole tutta la classe di Voskuil per tenere la Bakery col fiato sul collo degli ospiti. Gli errori sotto canestro nel finale, però, regalano i due punti agli scaligeri.

In casa piacentina il migliore realizzatore è stato Voskuil (33), con Green in ombra, mentre Candussi con i suoi 19 punti è stato il migliore tra gli ospiti. Fondamentali però sono stati per Verona i canestri di Ferguson (12). 

PRIMO TEMPO: Il primo time out è chiesto da Coppeta dopo sei minuti di gioco, con Verona avanti di otto (10-18), per la troppa facilità con la quale gli avversari colpiscono sia dal pitturato sia dalla linea dei 6.75. Le difficoltà per i biancorossi restano, soprattutto in fase difensiva, mentre davanti non sono sufficienti le tre triple di Voskuil ad arginare Candussi e Henderson. Così la bomba di Severini chiude il primo spicchio di gara con gli ospiti avanti di undici lunghezze. Quando Piacenza prova a riavvicinarsi con Perego e il gioco da tre punti di Pederzini, è respinta indietro da una Verona che trova una buona vena dalla distanza, suddivisa tra i vari Amato, Candussi e Maspero, tanto che nella prima metà del secondo parziale il divario resta immutato. Poi il canestro di Pederzini e i tre liberi di Voskuil seguenti al fallo di Amato mangiano punti importanti a Verona, Castelli completa l'opera con la tripla del sorpasso che impone il time out a coach Dalmonte. La Bakery migliora in difesa, Crosariol prima incamera altri punti, poi si supera in difesa su Candussi: i biancorossi terminano il primo tempo in crescendo e avanti di uno (con un canestro annullato a Udom).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voskuil dice 33, ma alla Bakery non basta. Piacenza ko con Verona

SportPiacenza è in caricamento